menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sait, lavoratori di fronte ad un bivio doloroso

Oggi le assemblee prima del confronto con i vertici aziendali: i lavoratori devono scegliere tra dodici mesi di cassa integrazione straordinaria, cui seguirebbero due anni di mobilità, oppure avvio della procedura per il licenziamento, con la mobilità

I margini della trattativa sembrano ridotti all'osso: dopo l'annuncio dei 130 licenziamenti il confronto tra sindacati e azienda è arrivato ad un bivio: dodici mesi di cassa integrazione straordinaria, cui seguirebbero due anni di mobilità, oppure avvio della procedura per il licenziamento, con la mobilità.

Questa mattina le organizzazioni sindacali hanno convocato le assemblee con i lavoratori, prima del confronto decisivo con i vertici del consorzio fissato alle 14.

L'opzione dei contratti di solidarietà non è praticabile, hanno ribadito i vertici Sait: l'azienda punta infatti a ridimensionare l'organico in via definitiva per far fronte alla crisi nel settore della cooperazione di consumo, con ricavi sempre più bassi per le famiglie cooperative.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Trentino rimane in zona arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento