Violenza domestica / Rovereto

Maltrattamenti in famiglia, abuso di alcol e droghe

L’uomo aveva già diversi precedenti ed era noto alle forze dell’ordine

Un kosovaro di 38 anni, con precedenti per reati contro la persona e per guida in stato di ebbrezza, è stato allontanato dalla sua abitazione e gli è stato vietato di avvicinarsi ai luoghi frequentati dai familiari. L'ordinanza cautelare, emessa dal Giudice per le indagini preliminari del tribunale di Trento, è stata eseguita nella serata di venerdì 14 giugno dalla polizia di Stato di Rovereto.

Il soggetto, noto alle forze dell'ordine per il suo comportamento violento, è stato indagato per ripetuti episodi di maltrattamenti in famiglia, perpetrati soprattutto sotto l'influenza di alcol e sostanze stupefacenti. La moglie, coetanea dell’uomo, è stata vittima di aggressioni sia fisiche che verbali, subendo un'escalation di atteggiamenti vessatori volti a isolarla socialmente. Gli episodi più gravi si sono verificati nelle ultime settimane. In uno di questi, il 38enne si è presentato a casa ubriaco e, al rifiuto della moglie di farlo entrare, ha danneggiato il portone d'ingresso. L'ultimo episodio ha visto la donna subire abrasioni al collo e cercare rifugio presso la vicina in attesa dell'intervento della polizia. Questi eventi hanno innescato le indagini della squadra mobile, culminate nell’emissione dell'ordinanza cautelare, che prevede l’allontanamento dell’uomo dalla casa familiare e il divieto di avvicinamento ai luoghi abitualmente frequentati dalla moglie e dai figli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maltrattamenti in famiglia, abuso di alcol e droghe
TrentoToday è in caricamento