Cronaca San Giuseppe / Via delle Ghiaie

Profughi, la Provincia cerca ancora alloggi

Cinformi cerca 400 posti per ospitare i richiedenti asilo per alleggerire le strutture di prima accoglienza. Il contratto di affitto scade il 31 dicembre di ogni anno ed è quantificato fino a un massimo di 150 euro al mese per ciascuna persona ospitata

Il Dipartimento salute e solidarietà sociale - Cinformi, è alla ricerca di immobili ad uso abitativo/residenziale da poter utilizzare per le esigenze connesse all'accoglienza dei migranti inviati dallo Stato. Gli immobili dovranno possedere delle caratteristiche minime, cioè dovranno possedere un impianto igienico-sanitario idoneo e dimensionato rispetto al potenziale ricettivo dell’immobile, un impianto elettrico e di illuminazione a norma, un impianto di riscaldamento a norma, allacciamenti ai pubblici servizi a norma. Nessuna miglioria sarà a carico dell'Ente provinciale, nello specifico il Dipartimento salute e solidarietà sociale, con cui verrà stipulato il contratto di affitto, di natura transitoria.

In questo modo si intende dare seguito all'approccio, già in essere, riguardo la sistemazione dei richiedenti protezione internazionale accolti in Trentino: privilegiare un'equa distribuzione in piccoli gruppi sul territorio provinciale per favorire percorsi di convivenza e inserimento nella comunità. Tale linea operativa nasce anche dal costante dialogo fra la Provincia autonoma di Trento, gli Enti locali e le Comunità di Valle, che in una prima fase è stato caratterizzato da una fitta serie di incontri sul territorio dell'assessore alla salute e politiche sociali Luca Zeni. 

Coerentemente con il principio della sistemazione in piccoli gruppi sul territorio, la disponibilità di nuovi alloggi consentirà di alleggerire le strutture di prima accoglienza (strutture collettive) che oggi ospitano circa la metà dei richiedenti protezione internazionale accolti in Trentino. A tal fine, ad oggi l'obiettivo è individuare circa 80/100 alloggi da 4/5 persone. 
I soggetti interessati potranno presentare la propria proposta presso la sede del Cinformi tramite posta ordinaria o posta elettronica.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Profughi, la Provincia cerca ancora alloggi

TrentoToday è in caricamento