Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca

Bollettino, coronavirus: 7 nuovi casi, rimane “covid free” la categoria over 60

I dati vengono elaborati quotidianamente dall'Azienda provinciale per i servizi sanitari

Sette nuovi casi positivi in Trentino, ma i decessi restano a zero. Sono i primissimi dettagli del report sull'andamento del contagio da coronavirus in Trentino, di sabato 10 luglio. Le vaccinazioni stanno raggiungendo quota 500mila, mentre per il quinto giorno consecutivo non si registrano decessi da covid-19. Ma il bollettino dell’Azienda provinciale per i servizi sanitari indica anche 7 nuovi contagi a testimoniare quanto sia difficile debellare il virus. 

Venerdì sono stati analizzati 523 tamponi molecolari che hanno intercettato 2 nuovi casi positivi e confermato 4 positività intercettate nei giorni scorsi dai test rapidi. Questi ultimi sono stati 1.291, dai quali sono emersi 5 nuovi contagi. Fra i nuovi casi di sabato ci sono: un bambino di nemmeno 2 anni e 2 ragazzi in fascia 14-19 anni. Rimane “covid free” invece la categoria over 60 come pure la situazione ospedaliera dove da 4 giorni non si ricoverano pazienti a causa dell’infezione.

Sono 4 i guariti riportati oggi dal bollettino: il totale da inizio pandemia diventa pertanto 44.397. Sul fronte vaccinazioni, sabato mattina il numero delle somministrazioni era pari a 496.288 vaccini, di cui 195.779 seconde dosi. Nella fasce over 80, 70-79 anni e 60-69 anni le somministrazioni sono state rispettivamente 66.349, 87.192 e 98.541.

L'allarme dell'Iss

Anche se i dati restano confortanti, il monitoraggio settimanale dell'Istituto superiore di sanità e del Ministero della Salute, colloca la provincia autonoma di Trento tra le zone a rischio moderato. Stesso risultato anche per la provincia autonoma di Bolzano, oltre che per Abruzzo, Campania, Marche, Veneto, Sardegna e Sicilia. Confermato invece il rischio basso per tutte le altre regioni. Dal monitoraggio indipendente della Fondazione Gimbe Trentino e Alto Adige fanno parte delle 11 Regioni dove si registra un incremento del 5% dei nuovi casi rispetto alla settimana precedente.

Ok alla seconda dose per i turisti

Da mercoledì 7 luglio anche i turisti possono ricevere la loro seconda dose di vaccino, alla condizione che si fermino in Trentino per più di 14 giorni e abbiano già fatto la prima dose. Potranno quindi completare i ciclo con il ‘richiamo’ senza dover rientrare nel proprio comune. “Seconda dose possibile dunque in Trentino - conferma l’assessore provinciale alla salute, Stefania Segnana - per corrispondere secondo una logica di buon senso ma al contempo di rispetto delle regole anti contagio alle necessità del comparto turistico”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bollettino, coronavirus: 7 nuovi casi, rimane “covid free” la categoria over 60

TrentoToday è in caricamento