Alpini sull'Adamello in segno di pace

Alpini da tutta Italia al pellegrinaggio organizzato dalle penne nere dellla Valcamonica e di Trento, per ricordare i caduti della Guerra Bianca

Un successo oltre le aspettative per il pellegrinaggio degli alpini all'Adamello. Ormai da 54 anni gli alpini di tutta Italia (vedi foto sotto) giungono in Trentino nell'ultima domenica di luglio per prendere parte al ritrovo organizzato dalla Sezione Ana di Trento in ricordo dei caduti della Grande Guerra. Quest'anno la sezione organizzatrice principale è stata però quella della Valcamonica ed è stta intitolata a Giorgio Gaioni, insegnante e amante della montagna, scomparso ad Angolo terme il 14 agosto del 1998, Gaioni fu tra coloro che nel 1963 diedero avvio al Pellegrinaggio in Adamello, proprio per onorare i luoghi ove si combatterono le epiche battaglie della cosidetta “Guerra Bianca”.

Presenti allla cerimonia, diversi componenti il Consiglio Direttivo Nazionale con il Labaro Nazionale, sul quale  sono appuntate 215 medaglie delle quali 208 d’Oro al Valor Militare (16 a reparti e 192 individuali), 4 al Valor Civile, 1 al Merito Civile, 1 medaglia d’Oro C.R.I. (2004) e 1 di pubblica benemerenza di 1ª classe del Dipartimento di Protezione civile, per l’aiuto in occasione del terremoto del 6 aprile 2009 in Abruzzo. Presenti anche le delegazioni di diversi Paesi che parteciparono alla Guerra, ovvero quelle di USA, Polonia, Romania, Germania, Inghilterra e Francia.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente, motociclista morto, due feriti e veicoli carbonizzati a Nomi

  • Un rombo fortissimo, aerei da guerra sopra Trento: ecco perchè

  • Città più pericolose d'Italia: Trento è al 64° posto

  • Il Comune mette all'asta le biciclette abbandonate

  • Fermati al casello A22 con 12 chili di cocaina: trafficanti traditi dai calzini

  • Frecce Tricolori: spettacolo nei cieli di Trento

Torna su
TrentoToday è in caricamento