Trento, 1.200 giochi tossici cinesi sequestrati

I giocattoli sono risultati contenere una percentuale di esteri ftalati (sostanze plastificanti tossiche) pari al 30% rispetto al peso del giocattolo, quindi ben oltre il limite dello 0,1% previsto dalla normativa comunitaria. L'importatore è stato denunciato alla Procura di Trento

Sequestrati 1200 giocattoli risultati tossici e destinati ai bambini. L'Agenzia delle dogane di Trento ha denunciato l'importatore cinese alla procura della Repubblica per i reati di frode in commercio, false attestazioni di privato in atto pubblico, falso ideologico per induzione in errore di pubblico ufficiale e immissione in consumo di prodotti pericolosi. I prodotti erano dichiarati come «gioco per animale», cioè polli e maiali, ma le etichette originali, spiega l'Agenzia delle dogane, erano del tutto fuorvianti e inducevano a ritenere che i giochi fossero destinati ai bambini. I giocattoli sono risultati contenere una percentuale di esteri ftalati (sostanze plastificanti tossiche) pari al 30% rispetto al peso del giocattolo, quindi ben oltre il limite dello 0,1% previsto dalla normativa comunitaria.

Potrebbe interessarti

  • Controlli dei carabinieri: 76 motociclisti multati in una giornata

  • Allevatori esasperati da orsi e lupi scendono in piazza: Fugatti c'è, molti fan tra i manifestanti

  • Moto, controlli della Polizia Locale: sorpreso in paese a 100 km/h

  • Mandrea Festival: i carabinieri controllano anche la Cannabis Light

I più letti della settimana

  • Disperso nel lago di Garda, torna all'albergo dopo tre giorni

  • Si tuffa nel lago davanti a moglie e figlie e scompare

  • L'orso M49 è scappato dal Casteller dopo la cattura

  • Scomparso nel lago, ritorna all'albergo dopo tre giorni: ecco la storia di Maik

  • L'orso M49 è sulla Marzola, la montagna sopra Trento

  • Tragedia sulla Affi-Peschiera: auto travolge tre ragazzi, due perdono la vita

Torna su
TrentoToday è in caricamento