Sicurezza

Caduta di neve e ghiaccioli da tetti e grondaie: come agire e di chi è la responsabilità

La neve può accumularsi sui tetti e formare ghiaccioli pericolosi: ecco come eliminarli e chi paga i danni in caso di caduta

La caduta della neve è uno spettacolo che rende il paesaggio unico soprattutto quando si posa sulla strada o sui tetti. Proprio nel parlare di quest’ultimo caso, la poeticità del paesaggio si scontra con problemi di gestione e potenziali pericoli per i passanti.

La neve fresca, infatti, anche se sembra soffice e morbida, in realtà può arrivare a pesare fino a 200 chili. Anche i ghiaccioli che sporgono dalle grondaie, poi, oltre ad avere un peso, possono diventare un vero e proprio pericolo nel momento in cui si staccano.

Gli accorgimenti per evitare la caduta della neve dai tetti

I palazzi o le singole case hanno bisogno di manutenzione e questo è valido non solo per l’interno, ma anche per l’esterno. Ad esempio la pulizia regolare delle grondaie evita l’occlusione degli scoli e quindi l’accumulo di acqua che va a formare i ghiaccioli. Anche avere un isolamento termico dell’edificio adeguato allontana il rischio di formazioni di ghiaccio lungo le grondaie. Nel caso in cui il palazzo ha strade o scale private esterne, poi, è importante eliminare la neve per evitare la formazione di una lastra di ghiaccio sull’asfalto e che diventi un luogo pericoloso.

Per mettersi al riparo da ogni rischio legato alla neve, il condominio o i proprietari delle case, possono stipulare un’assicurazione per responsabilità civile in base alle esigenze e alla probabilità che la zona sia a rischio nevicate frequenti in inverno. In particolare si può decidere se aggiungere la franchigia, la protezione giuridica e fissare la somma da assicurare.

Anche se si stipula un’assicurazione, è importante adottare altre accortezze, prima di tutto il condominio o il proprietario dell’edificio deve affiggere cartelli e segnali di pericolo di caduta neve o ghiaccioli. Questo non mette a riparo dalla responsabilità di aver causato danni a persone o cose, ma comunque si tutelano il passante o l’automobilista dal pericolo.

L’installazione di sistemi di paraneve che servono a bloccare la caduta delle neve e del ghiaccio, è un aiuto in più per non recare pericolo alle persone. Infine, è importantissimo rimuovere il ghiaccio e la neve accumulati sul tetto. Dato che è un’operazione impegnativa e rischiosa, è bene affidarsi a specialisti oppure chiedere l’intervento dei Vigili del fuoco e del Comune che dispongono di attrezzature specifiche.

Chi paga nel caso di caduta neve dal tetto

Secondo l’articolo 2051 del Codice Civile, a rispondere dei danni arrecati da cose è chi le custodisce. Quindi in questo caso i responsabili della rimozione e della gestione della neve in un condominio sono coloro che contribuiscono alle spese relative al condominio stesso con una ripartizione che rispecchia quanto contenuto nelle tabelle millesimali.

Invece, nel caso in cui i ghiaccioli e la neve cadano dal tetto di una villetta o dal terrazzo di un appartamento specifico all’interno di un palazzo, la responsabilità ricade sul proprietario e sull’inquilino a cui è stato affidato l’immobile.

Prodotti online

Cartello segnaletico

Paraneve da tetto

Pala da neve per tetto

Rastrello da neve per tetto

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caduta di neve e ghiaccioli da tetti e grondaie: come agire e di chi è la responsabilità
TrentoToday è in caricamento