TrentoToday

Campagnolo, il debutto di casa frutta la vittoria

Il pilota di Schio, alla prima sull'Opel Corsa di Clacson Motorsport, vince tre delle sei speciali in programma, firmando la classe A-J2/1600 all'appuntamento con il CIRAS.

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrentoToday

Clacson Motorsport protagonista anche nel Campionato Italiano Rally Auto Storiche, al Campagnolo Rally Storico nel recente weekend, grazie ad un Nicola Casa che, nonostante il debutto assoluto sull'Opel Corsa GSI gruppo A della squadra trentina, ha centrato il successo in classe A-J2/1600, accarezzando la top ten di quarto raggruppamento e contornando il tutto con il ventottesimo posto nella classifica assoluta. Il pilota di Schio, affiancato da Mauro Cumerlato alle note, non avendo mai provato prima la grintosa trazione anteriore della compagine di Strigno affrontava le prime due speciali con cautela, incassando un passivo di 15”8 da Marangon, sino a quel momento leader indiscusso. Detto e fatto, sull'asfalto amico di “Santa Caterina” Casa azzerava quasi totalmente il vantaggio di Marangon, uscendo dalla prova speciale con il miglior tempo e con un gap di soli tre decimi. Sulla successiva “Gambugliano” un'altra spallata importante dello scledense completava il sorpasso ed il vantaggio, in rapida ascesa, saliva già a 11”5, ribaltando i valori in campo. Si andava quindi verso la seconda tornata a “Recoaro 1000” e Casa non accennava ad alzare il piede, rifilando altri 14”8 a Marangon e portando il gruzzoletto a quota 26”3. Con una sola prova speciale al termine ed un significativo margine il portacolori di Clacson Motorsport gestiva in tranquillità gli ultimi chilometri di gara, godendosi la sua conclusiva “Santa Caterina” che lo accompagnava verso i festeggiamenti per il debutto vincente nel CIRAS. “Sulla prima Santa Caterina abbiamo deciso di attaccare” – aggiunge Casa – “ed abbiamo continuato a spingere anche sulle due successive. Visto che il meteo stava per cambiare non volevamo prenderci dei rischi sull'ultima prova. Ci è andata bene e siamo molto contenti di aver debuttato, tra le auto storiche, con una vittoria. La vettura ed il team sono stati super. L'Opel Corsa ha un assetto che mi ha davvero stupito. Mi sono trovato, da subito, molto bene e devo dire che questa vettura rispecchia molto il mio stile di guida. Che dire di Diego e di Jean Marc Francia? Una coppia davvero molto preparata e professionale. Un ringraziamento particolare lo voglio fare proprio a Diego perchè questo risultato è frutto dei tanti consigli che mi ha dato. Il Campagnolo è una gara bellissima e le prove sono davvero fantastiche ma la Santa Caterina, per me, fatta in questa versione è la migliore in assoluto. Ci siamo veramente divertiti tanto.” “I nostri migliori complimenti a Nicola” – racconta Gonzo (titolare Clacson Motorsport) – “perchè se è vero che correva in casa era alla seconda sua gara nel mondo delle auto storiche, ben diverso da quello moderno, ed al debutto sull'Opel Corsa GSI. È stato molto bravo a trovare, subito, il giusto feeling e la vittoria ottenuta è il modo migliore per concludere un esordio.” Ma per Clacson Motorsport non è tempo di adagiarsi troppo sugli allori, grazie al successo di Casa al Campagnolo, perchè alla porta bussa già l'Aleria Historic Rally, dal 8 al 12 Giugno in Corsica, che si terrà nelle vicinanze dell'omonima cittadina e porterà una grossa rivoluzione nel mondo delle storiche, trattandosi della prima con il ritorno a fondo misto, terra e asfalto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Campagnolo, il debutto di casa frutta la vittoria

TrentoToday è in caricamento