rotate-mobile
Domenica, 29 Gennaio 2023
La decisione / Marmoalda

Dopo la tragedia, la Marmolada riapre: c’è l’ok di Fugatti e Zaia

Accesso confermato sul ghiacciaio per lavoratori, alpinisti e sportivi. La stagione sciistica è salva

La Marmolada riapre i battenti: a confermarlo il presidente della Provincia Maurizio Fugatti e il governatore del Veneto Luca Zaia. Accesso confermato sul ghiacciaio, quindi, per lavoratori, alpinisti e sportivi.

La collaborazione tra i due territori, emersa dopo la tragedia della scorsa estate, si è vista ancora di più in questo contesto, per preparare le piste e permettere lo svolgimento di una serena stagione invernale.

Apertura sì, ma con attenzione, come spiega Maurizio Fugatti: “La stagione sciistica sulla Marmolada potrà ripartire con alcune prescrizioni. L’apertura dovrà tenere presente il pericolo, soprattutto nelle zone limitrofe alle piste da sci. Quanto avvenuto quest’estate con la tragedia conseguente al distacco della massa di ghiaccio è un evento luttuoso recente che porta con sé il ricordo di undici vite stroncate che non si può dimenticare ma la zona, meta sciistica e turistica da decenni, è da sempre inserita nelle aree a rischio valanghe”.

Gli fa eco Zaia: “La tragedia del 3 luglio è una catastrofe che rimarrà indelebile per le undici vittime che ha costretto a piangere. Undici appassionati che esprimevano il loro amore per la montagna, cercando tra le cime la bellezza e le opportunità offerte dalle Dolomiti. Un patrimonio che, nonostante il massimo rispetto per i lutti causati dalla tragedia, è sempre a disposizione di chi vuole viverlo con lo stesso spirito. Non può prescindere da questo qualsiasi decisione di riapertura delle attività come non può prescindere dal fatto che la montagna vive grazie al turismo e grazie al richiamo e lo sfruttamento degli impianti sportivi”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo la tragedia, la Marmolada riapre: c’è l’ok di Fugatti e Zaia

TrentoToday è in caricamento