menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rsa: ancora lontane le visite ai nonni

Per la presidente di Upipa, l'ente che gestisce la maggior parte delle case di riposo, pensare alle visite rimane ancora difficile

Si torna a pensare alle visite dei parenti nelle case di riposo, ma più che al 'quando' (ancora da stabilire) si pensa al 'come'. La presidente di Upipa, l'ente he gestisce la maggior parte delle Rsa in Trentino, intervistata dal TGR Rai News parla di schermi di plexiglass o vetro, ma anche quest'ipotesi appare troppo rischiosa.

"Il virus c'è - ha detto Parolari ai microfoni Rai - ci sono un sacco di asintomatici, ce ne stiamo accorgendo soprattutto in questa fase. Per essere totalmente sicuri dovremmo avere delle strutture completamente isolate, con il personale chiuso dentro, e questo è chiaramente impossibile".

Nel frattempo proseguono le indagini, per ora contro ignoti, delle procure di Trento e Rovereto sui decessi nelle Rsa: 300 attribuibili al coronavirus, ma i numeri parlano di un eccesso di mortalità sospetto, che va oltre quello delle vittime ufficialmente registrate come contagiate. Nei giorni scorsi i Nas hanno eseguito delle acquisizioni di materiale nelle 13 case di riposo più colpite. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Rifugio sommerso dalla neve, i gestori chiedono aiuto ai trentini

Attualità

Chiusa per pericolo valanghe l'area del Mugon sul Monte Bondone

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento