menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Elisa nel suo "habitat", foto da facebook

Elisa nel suo "habitat", foto da facebook

Elisa Bettega, 29 anni, è la nuova titolare del rifugio Velo della Madonna

Dalla laurea in Tecniche di Laboratorio ad uno dei rifugi più spettacolari delle Dolomiti

E’ Elisa Bettega 29 anni, di Mezzano, la nuova titolare del rifugio Velo della Madonna, a 2.333 metri nel Gruppo delle Pale di S. Martino. Una passione per l'ambiente alpino, che frequenta fin da piccola ed ora con il suo compagno Piero Casagrande, ma anche una laure triennale in Tecniche di Laboratorio Biomedico e la conoscenza di inglese, tedesco e spagnolo hanno fatto della candidata la persona giusta a cui affidare il prestigioso rifugio sulle Dolomiti.

Un altro rifugio "in rosa", dunque, dopo le assegnazioni ad altre due giovani gestrici del "Damiano Chiesa" sull'Altissimo e del "prospero Marchetti" sullo Stivo, entrambi mete molto popolari per tutti gli appassionati di escursioni e scialpinismo nel Trentino meridionale. "Una scelta di campo - spiega la SAT in una nota- abbiamo deliberatamente voluto di investire sui giovani, soprattutto se preparati e consapevoli, sui loro sogni e sulla loro passione per la montagna".

Forse le mura di un laboratorio sarebbero state troppo strette per lei, che avrà ora come "pareti" solamente quelle delle splendide Pale. " Il sogno della mia vita, dopo l’esperienza accumulata, era vivere e lavorare nell’ambiente alpino e la gestione di un rifugio è perfetta a questo scopo - racconta Elisa - sono cresciuta professionalmente nella ristorazione, dove ho ricoperto praticamente tutti i ruoli: da cameriera di sala, ai piani, all’aiuto cucina, al servizio bar. Pian piano dalla ristorazione sono passata agli agritur, cercando sempre il contatto con la natura". 

Il rifugio Velo della Madonna, dispone di 62 posti letto e fu edificato dalla SAT nel 1980, nel 2002 è stato dotato di impianto fotovoltaico e si trova su un terrazzamento al centro di splendide escursioni ed ascensioni. L'apertura è prevista a maggio, neve permettendo, visto che anche in questi giorni una perturbazione sulle Alpi potrebbe portare altra neve, oltre a quella già esistente sui sentieri.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, sintesi del nuovo Dpcm

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento