menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Valdastico mai realizzata? Spreco di soldi pubblici": la Corte dei Conti chiede 178 milioni di euro

Un'altra crepa nel progetto A31 nord dopo la sentenza della Cassazione: ora ad indagare è la magistratura contabile

Valdastico mai completata: uno spreco di soldi pubblici. Questa l'accusa mossa dalla Corte dei Conti verso gli ex vertici di Anas, che concessero la proroga della concessione alla società autostrade Brescia-Padova, la spagnola Abertis, comprendendo nell'accordo il prolungamento mai realizzato fino a Trento.

La conclusione delle indagini della magistratura contabile apre un'altra crepa nel progetto di cui si parla da vent'anni, dopo la clamorosa sentenza della Cassazione che dato di nuovo ragione al Comune di Besenello, imponendo alla concessionaria di rifare da capo il progetto.

Come riporta il Corriere della Sera la Corte dei Conti di Roma ha citato gli ex vertici, il vecchio ente gestore delle strade statali poi trasformato in Spa del gruppo Ferrovie dello Stato. Il danno ipotizzato ammonta a 178 milioni di euro, somma che è chiesta come risarcimento alle casse pubbliche. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Classificazione Trentino, Fugatti dà un'interpretazione: «riteniamo che per la settimana prossima la situazione possa restare invariata»

Attualità

Il Trentino rimane in zona arancione

Attualità

Il Trentino è in zona arancione, le precisazioni di Fugatti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento