Domenica, 24 Ottobre 2021
Attualità Fondo

Val di Non, turismo da record ad agosto: superati i dati pre pandemia

Oltre 57mila presenze solo nel settore alberghiero, il 10% in più rispetto all'anno scorso

È stato un agosto da record dal punto di vista dell'afflusso turistico quello registrato in Val di Non. Secondo i dati riportato dalla locale Azienda per il turismo infatti, solo nel settore alberghiero si sono registrate oltre 57.000 presenze, con un aumento rispetto all’anno precedente che sfiora i 10 punti percentuali. Un dato che migliora anche quelli delle stagioni pre pandemia: già a partire dal 2016 il dato relativo alle presenze di agosto aveva superato quota 50.000 presenze, con un picco di 55.601 raggiunto nel 2017. Lo scorso anno, in piena emergenza sanitaria, la Val di Non si era dimostrata comunque un territorio apprezzato dai visitatori, con 31.205 presenze negli alberghi nel mese di luglio e 52.079 nel mese di agosto.

Numeri che, come detto, nel 2021 sono andati ulteriormente in crescendo, con 36.305 presenze registrate nel mese di luglio, e le 57mila superate ad agosto. Aumenta anche la permanenza media dei turisti sul territorio, che si assesta nel 2021 sulle 3,77 giornate (erano 3,66 nel 2020 e 3,60 nel 2019). Numeri considerevoli anche per quanto riguarda il settore extra alberghiero che nel 2021 registra 26.079 presenze in luglio (erano 19.388 nel 2020) e 44.242 in agosto (36.290 nel 2020). 

"Si tratta di dati importanti - commenta in una nota il presidente dell’ApT Val di Non Lorenzo Paoli - che dimostrano come anche la Val di Non rappresenti un territorio appetibile da un punto di vista turistico, ma siamo anche felici di poter condividere questo successo con tutto il Trentino che si conferma meta turistica per eccellenza. Il visitatore oggi cerca ampi spazi e possibilità di praticare escursioni, sport ed esperienze a contatto con la natura e con le persone che vivono sul territorio. La Val di Non risponde esattamente a questo identikit: è una delle valli più ampie del Trentino, con una densità di popolazione molto bassa e circa 3.000 posti letto dislocati in un’estensione territoriale molto elevata".

Soddisfazione anche da parte della direttrice dell’ApT Giulia Dalla Palma che sottolinea come "l’estate 2021 sia stata particolarmente positiva anche grazie a una serie di nuove proposte, come la definitiva apertura dell’area delle Plaze sul lago di S.Giustina. La realizzazione della spiaggia attrezzata e del nuovo chiosco hanno rappresentato un valore aggiunto per un’area già riconosciuta come uno dei luoghi più attrattivi della valle".

Da quest’anno, grazie all’accordo siglato con Dolomiti Edison Energy, l’ApT ha individuato nel lago uno dei principali punti di interesse della vale sul quale strutturare il prodotto acqua, con l’intenzione di potenziare i servizi per l’ospite e promuovere la filiera turistica ad esso associata. Un esempio concreto è la gestione da parte di Apt delle escursioni in kayak, con una formula che tutela e valorizza gli operatori che autonomamente già negli scorsi anni hanno praticato questa attività.Le escursioni nei canyon hanno registrato dei numeri ragguardevoli, con oltre 7000 prenotazioni, confermandosi come una delle esperienze più apprezzate dagli ospiti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Val di Non, turismo da record ad agosto: superati i dati pre pandemia

TrentoToday è in caricamento