menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il momento della consegna

Il momento della consegna

Val di Cembra, la comunità dona un etilometro ai carabinieri

Alla cerimonia erano presenti il sindaco neo eletto di Cembra Lisignago, Alessandra Ferrazza e i vertici provinciali dei carabinieri

La comunità della Valle di Cembra ha donato un etilometro ai carabinieri del Comando Compagnia di Cavalese, operanti nella caratteristica area alpina, con l’intento di agevolare l'attività quotidiana di controllo sul territorio, ma soprattutto di cooperare alla prevenzione degli incidenti stradale, che ancora oggi mietono troppe vittime.

Nell’occasione, il presidente della comunità Simone Saltuari, ha sottolineato l’importanza della collaborazione inter-istituzionale, specie nel settore della sicurezza, il cui valore è particolarmente sentito dai cittadini. Al riguardo, sono state poste anche le basi per una più profonda sinergia, rivolta ad agevolare il controllo verso il traffico motociclistico, che ha un forte impatto sull’intera viabilità della zona.

Alla cerimonia erano presenti il sindaco neo eletto di Cembra Lisignago, Alessandra Ferrazza e i vertici provinciali dei carabinieri. Il prezioso strumento è stato ricevuto dal tenente colonnello della Compagnia dei carabinieri di Cavalese, Enzo Molinari e dal maresciallo maggiore Carlo Coretto della stazione locale, con l'immancabile presenza del presidente della sezione carabinieri in congedo della Valle, Aldo Visintainer.

Lo strumento di ultima generazione acquistato dalla comunità di Valle, con il supporto di tutte le municipalità dell’area, è stato assegnato in comodato d’uso ai carabinieri per cinque anni, prevedendo la possibilità di rinnovo. Il nuovo etilometro sarà un prezioso supporto agli operatori dell’arma, nella prevenzione e contrasto della guida in stato di ebrezza, riducendo i tempi di intervento, sino ad oggi legati all’impiego di un etilometro tenuto a Cavalese. In tal modo, lungo la statale 612 e la provinciale 71, arterie che percorrono le due spalle della Valle di Cembra, predilette dai centauri, sarà immediatamente disponibile un dispositivo per ridurre i rischi di incidenti stradali, anche con potenziali esiti fatali.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, sintesi del nuovo Dpcm

Attualità

Giovo è in zona rossa, cosa si può fare?

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento