menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Due vagoni ferroviari in piazza Dante: ecco cosa rappresentano

Ultimo atto delle celebrazioni del 2018, in ricordo dei tanti caduti trentini, grazie alla legge approvata all'unanimità nel 2017

Due vagoni in piazza Dante, per commemorare i caduti trentini con la divisa austro-ungarica nella Grande Guerra. L'installazione, inaugurata oggi, segue la prima Giornata dedicata ai caduti trentini, istituita con la legge provinciale del 2017, approvata all'unanimità dal Consiglio provinciale, fissata al 14 ottobre di ogni anno, in memoria di quello del 1914 quando un'offensiva austriaca sul fiume San, affluente della Vistola, portò alla morte di molti dei soldati trentini. 

In Piazza Dante a Trento va dunque in scena l'ultimo atto delle celebrazioni 2018, con l’inaugurazione di un'installazione temporanea, visitabile fino all'11 novembre prossimo, data dell'armistizio franco-tedesco e della definitiva cessazione delle ostilità, dopo quattro anni di orrenda carneficina. Due carrozze ferroviarie risalenti agli anni Venti, messe a disposizione dalle Ferrovie dello Stato, hanno fatto la loro comparsa tra il grande monumento a Dante e la Stazione dei treni, su una piattaforma realizzata con travetti di legno sovrapposti. Un altro elemento simbolico è dato dalla trincea, realizzata con una paratia di ramaglie intrecciate, che fa da sfondo al vagone ferroviario.

Uno dei vagoni è aperto e ospita uno schermo su cui scorrono le immagini d'archivio del grande conflitto mondiale. Scenografia d'impatto, che stamattina è stata presentata dal direttore del Museo storico in Trento, come tassello di un complessivo atto di riparazione e di conciliazione della memoria, doveroso verso i trentini caduti con una divisa diversa da quella italiana.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Nuovo Dpcm, cosa cambierà?

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento