rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Attualità

Ecologico e sostenibile: l'Università di Trento lancia il suo merchandising

Cappelli, magliette, felpe, zaini, borracce: tutto realizzato rispettando l'ambiente

L'Università di Trento arriva alla vigilia del traguardo dei 60 anni lanciando una sua linea di merchandising personalizzato. Felpe, cappellini, magliette, borracce, zaini e tanto altro. Prodotti a basso impatto ambientale e assolutamente ecosostenibili, in vendita da giovedì sullo store online dell'Ateneo.

Per la sua prima linea di merchandising l’Università di Trento sceglie materiali di qualità, resistenti, biologici e soprattutto a basso impatto ambientale perché ricavati da materie prime riciclate o riducendo il consumo di acqua nella produzione. La scelta per il lancio dei primi prodotti a marchio UniTrento è chiara: riconoscere la propria appartenenza all’Ateneo trentino significa anche aderire ai valori di sostenibilità e rispetto per l’ambiente su cui l’Università di Trento da anni si impegna.

I prodotti a marchio UniTrento vengono lanciati in vista dell’imminente celebrazione dei 60 anni dalla nascita dell’Università di Trento, che ricorrono nel 2022. Un modo per promuovere il senso di appartenenza alla propria università, proprio come viene fatto da sempre nelle università più prestigiose al mondo. La prima linea di merchandising è stata realizzata dalla ditta Essebie di Trento che ha vinto l’appalto per l’utilizzo del logo di Ateneo per due anni con possibilità di rinnovo.

conferenza stampa ©Unitrento Cattani Faggion (6)-2

I prodotti

Nella linea di merchandising UniTrento presenti prodotti classici di abbigliamento, come magliette, polo, felpe, cappellini e borse; oggetti utili per il lavoro, come la chiavetta usb, lo zaino e la borsa porta computer, oltre ai quaderni in carta di pietra e in carta riciclata; articoli per la casa e l’ufficio come le tazze, la bottiglia per l’acqua e le borracce. Non mancano però proposte più originali, utili per le situazioni fuori casa, come il portapranzo, gli ombrelli ripiegabili, il kit da viaggio (con la batteria per ricaricare il telefono e i vari adattatori usb), gli auricolari wireless e la cassa speaker in bambù.

I prodotti sono infatti realizzati con materie prime ecologiche, come poliestere riciclato, cotone biologico, carta riciclata o con modalità di produzione a basso impatto. Ad esempio, per realizzare la borsa porta computer sono stati risparmiati 15 litri d’acqua e sono state impiegate ben 26 bottiglie di plastica riciclata. Anche l’ombrello è ecologico: per produrlo sono serviti 4,5 litri di acqua in meno e sono state riutilizzate 7,6 bottigliette di plastica. Un’attenzione particolare è stata riservata anche alle certificazioni.

Ad esempio, cinque tipologie di prodotti – cappellini, shopper, zaino, magliette e felpe – sono certificati vegani; la bottiglia richiudibile in tritan e il portapranzo in acciaio e bambù sono certificati BPA free. Anche il materiale elettronico è particolarmente sicuro: la certificazione RoHS garantisce l’assenza di sostanze pericolose nella loro costruzione. La carta riciclata impiegata per realizzare le chiavette Usb è certificata Fsc e quindi prodotta nel rispetto delle foreste e del principio della tracciabilità delle materie prime. Sono certificati dal marchio “Ecologic” anche quaderni e ombrelli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ecologico e sostenibile: l'Università di Trento lancia il suo merchandising

TrentoToday è in caricamento