rotate-mobile
Solidarietà / Rovereto

Un benefattore anonimo compra l’auto all’Unità di strada di Rovereto

Il presidente Losapio: “Gli siamo infinitamente grati”. L’obiettivo ora è il “camper della solidarietà”

È terminata con uno splendido lieto fine la raccolta fondi dei volontari dell’Unità di strada di Rovereto. Dopo la rottura del furgone con cui effettuavano le consegne di cibo e coperte ai clochard della città, i volontari avevano aperto un crowdfounding per potersi comprare un Mercedes Benz Vaneo dal costo di 3800 euro.

Poi, è successo l’incredibile, come ci spiega Pantaleo Losapio, presidente de Gli Angeli di Maria e riferimento dell’Unità di strada di Rovereto: “Pochi giorni dopo l’uscita della notizia, è arrivato un signore, assieme alla moglie, e ha deciso di pagare interamente l’auto. Il suo nome? Vuole restare anonimo, ma non possiamo che essergli infinitamente grati”.

Il tempo di sistemare le ultime questioni burocratiche e la macchina sarà operativa.

Ma con l’avanzare dell’inverno, i volontari hanno deciso di fare un passo in più: il “camper della solidarietà”. “L’obiettivo è raccogliere abbastanza fondi per poter acquistare questo camper, potendo raggiungere chi vive per strada e donargli un pasto caldo, magari un po’ di brodo, che nelle notti più rigide è un vero sollievo. Ci piacerebbe avere qualche punto di riferimento ed essere intercettabili, magari davanti allo stadio o alla stazione, stare qualche ora e poi spostarci di nuovo” continua Losapio.

La raccolta fondi è partita sul portale Gofundme.com al seguente link Raccolta fondi di Sara De Pascale : Siamo rimasti senza furgone: aiutateci ad aiutare (gofundme.com).

E chissà che non si presenti un altro benefattore per poter dare una mano a chi ha fatto della solidarietà verso gli altri il proprio stile di vita. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un benefattore anonimo compra l’auto all’Unità di strada di Rovereto

TrentoToday è in caricamento