menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Tuffo nel ghiaccio (Foto Facebook/Massimo Ruzzenenti)

Tuffo nel ghiaccio (Foto Facebook/Massimo Ruzzenenti)

Metodo Iceman, il folle tuffo di un gruppo di coraggiosi nei ghiacci del Lago Erdèmolo

I partecipanti erano guidati dal trentino Massimo Ruzzenenti e accompagnati da Paolo Sturiale, unico istruttore italiano della tecnica di resistenza alle temperature rigide

Un gruppo di coraggiosi si è tuffato nei ghiacci del Lago Erdèmolo incurante del freddo. A guidare la folle impresa, avvenuta negli scorsi giorni a quota 2mila metri, il cinquantenne trentino Massimo Ruzzunenti.

I partecipanti a questa impresa impavida erano accompagnati da Paolo Sturiale, unico istruttore italiano del metodo Wim Hof, atleta olandese noto come The Iceman, famoso per la sua capacità di resistere alle temperature gelide. Il gruppo, formato da persone provenienti da varie città del Nord Italia, si è immerso in acqua nonostante vi fossero meno 4 gradi. A immortalare l'iniziativa ci hanno pensato degli scatti, poi condivisi sui social, che ritraggono i tuffatori con dei cappellini da Babbo Natale.

Chi è The Iceman

Classe '59, Wim Hof è un atleta olandese celebre per la sua capacità di affrontare temperature estremamente rigide. L'uomo, conosciuto come The Iceman, ha stabilito un Guinness dei primati per aver nuotato sotto il ghiaccio rimanendo a lungo in condizioni estreme. Hof detiene inoltre un record per la mezza maratona a piedi nuti su ghiaccio e neve. Il metodo Wim Hof consiste in una combinazione di meditazione, tecniche di respirazione e frequenti esposizioni al fretto. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Le regole per gli spostamenti in zona arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento