Domenica, 21 Luglio 2024
Attualità

Truffa "Sim swapping": di cosa si tratta e come tutelarsi

Sono sempre di più le strategie che vengono messe in campo dai malfattori

Phishing, Vishing, Sms falsi da poste o istituti bancari e molto altro. Il mondo delle truffe si allarga sempre di più, colpendo tutte le fasce della popolazione. Richieste di denaro sfruttando illegalmente le raccolte di donazioni, oppure quelle ben note dei falsi profili sulle app di incontri. Non ci sono solo le truffe degli acquisti online senza ricevere la merce in cambio o quelle delle email fasulle, sono sempre di più le strategie che vengono messe in campo dai malfattori. 

Esiste una truffa meno conosciuta, al momento, dove il malintenzionato utilizza quelle che vengono definite dall'Europol "tecniche di ingegneria sociale" con le quali assume il controllo della scheda sim di altre persone, inconsapevoli di ciò che sta accadendo. A spiegarne il funzionamento è stata l'Europol, l’agenzia dell’Unione europea incaricata dell’applicazione della legge, il cui obiettivo principale è quello di contribuire a realizzare un’Europa più sicura a beneficio di tutti i cittadini.

Come funziona il sim swapping

Come spiegato dall'agenzia, il truffatore ottiene i dati personali della vittima con condotte illecite, attraverso quindi violazioni dei dati, altri tipi di truffa come il phishing, ricerche sui social media, applicazioni "dannose", acquisti online, malware e altro. Ottenute le informazioni necessarie, il truffatore inganna l'operatore di telefonia mobile facendo così trasferire il numero del cellulare della vittima su una sim in suo possesso, iniziando così a sfruttare quell'utenza. Dal momento del passaggio, il truffatore può ricevere chiamate, messaggi e accedere all'online banking della vittima. Le persone truffate si accorgono di essere vittime quando il telefono ha già perso la copertura e non riescono più ad accedere al proprio conto. 

Come difenderti

Un decalogo di buone pratiche aiuta per tenere lontani i truffatori è stato redatto dall'agenzia stessa. Ecco cosa fare: 

  • mantenere aggiornato il tuo software, inclusi browser, antivirus e sistema operativo;
  • limitare le informazioni e mostrare cautela nei confronti dei social media;
  • non aprire mai collegamenti i allegati sospetti ricevuti tramite e-mail o sms;
  • non rispondere a e-mail sospette né trattenerti al telefono con i chiamanti che richiedono le tue informazioni personali;
  • aggiorna regolarmente le tue password; 
  • acquista da fonti attendibili.Controlla le valutazioni dei singoli venditori;
  • scarica app solo da provider ufficiali e leggi sempre le autorizzazioni delle app;
  • quando possibile, non associare il tuo numero di telefono ad account online sensibili;
  • importa il tuo pin per limitare l'accesso alla scheda sim. Non condividere il pin con alcuna persona;
  • controlla spetto i tuoi rendiconti finanziari.

Segnalare

Se il telefono perde la ricezione senza un apparente motivo, è opportuno contattaer il gestore telefonico. Nel caso in cui il fornitore conferma che è avvenuto lo scambio, bisogna avvisare subito la polizia. 

Arresti per truffe in tutta Italia

In Veneto, a inizio maggio, è stata sgominata una banda che truffava gente da tutta Italia con le tecniche del phishing e del sim swapping, sei le persone fermate. A fermarli sono state le indagini dirette dalla Procura della Repubblica di Padova e delegate alla polizia di Stato della questura, che hanno portato all’ordinanza applicativa di misure cautelari personali di custodia cautelare in carcere, arresti domiciliari e di obbligo di dimora disposte dal Gip (Giudice per le indagini preliminari) del Tribunale padovano. Si tratta di sei persone residenti e che abitano in provincia di Padova, in città e nei comuni di Abano Terme, Montegrotto e Campodarsego, oltre che a Strà, Venezia.

I sei fermati sono gravemente indiziati a vario titolo di associazione a delinquere finalizzata alla commissione di truffe aggravate mediante indebito utilizzo e falsificazione di strumenti di pagamento on-line. L'articolo completo qui.

Vishing: cos'è come proteggersi

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Truffa "Sim swapping": di cosa si tratta e come tutelarsi
TrentoToday è in caricamento