Trento, la solidarietà illumina l'abbazia di San Lorenzo

Il Comune di Trento aderisce a tre campagne di sensibilizzazione, illuminando per l’occasione l’abbazia di San Lorenzo

L'abbazia di San Lorenzo

Novembre è un mese pieno di solidarietà. Sono diversi, infatti, gli appuntamenti ai quali si presterà l'edificio di culto (la sua facciata, per l'esattezza), come segno di sensibilità sulle diverse tematiche da parte del Comune di Trento. Nell'arco di 4 giorni, sono ben 3 le iniziative per le quali l'abbazia di San Lorenzo verrà illuminata. L’edificio si colora di bianco domenica 15 novembre, per l'iniziativa di Alcase Italia odv: «Illumina novembre» che durerà tutto il mese e ha lo scopo di creare occasioni di sensibilizzazione sulla realtà del cancro al polmone, risvegliando le coscienze ed attirando l’attenzione dell’opinione pubblica su una malattia di cui si parla ancora troppo poco.

A divulgarne la notizia è stato l'ufficio stampa del Comune di Trento che, nel comunicato pubblicato sul sito, ha anche sottolineato che nel 2020, più che negli anni passati, sarà importante generare consapevolezza sul cancro del polmone perché i mesi della pandemia da Covid-19, soprattutto nei periodi di più intensa emergenza, sarebbero stati caratterizzati da un numero bassissimo di nuove diagnosi. È però convinzione degli esperti che, nei prossimi mesi, i casi non diagnosticati in questa primavera possano venire alla luce e debbano essere presi in carico del sistema sanitario nazionale, con l’aggravante del manifestarsi della malattia in uno stadio più avanzato e meno efficacemente trattabile.

A novembre, un altro tema che da qualche anno fa sentire la propria importanza, riguarda le nascite premature. Il 17 del mese, infatti, è riconosciuta come la Giornata mondiale della prematurità, l'appuntamento annuale viene celebrato a livello internazionale con iniziative volte a sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema delle nascite premature. La richiesta di adesione alle iniziative organizzate in quest’occasione, tra cui illuminare di viola un monumento cittadino, è stata presentata al Comune dalla Società italiana di neonatologia, da Vivere onlus e da Ant (Amici della neonatologia trentina onlus).

San Lorenzo si colorerà di viola anche il 19 novembre, in occasione della Giornata mondiale contro il tumore al pancreas. Anche questo anno infatti l’associazione Nastro viola onlus, organizzazione no-profit impegnata nella lotta al tumore al pancreas, in collaborazione con le associazioni Oltre la ricerca odv, fondazione Nadia Valsecchi, associazione My Everest onlus e associazione Massimo Borrelli onlus, propone la campagna di sensibilizzazione Facciamo luce sul tumore al pancreas. Per tutto il mese e in tutto il mondo si svolgeranno iniziative il cui scopo è divulgare informazioni su questa patologia, ancora oggi così poco conosciuta che ogni anno in Italia colpisce oltre 13.500 persone. Solitamente, nelle fasi iniziali della malattia i sintomi non si manifestano, oppure non sono sufficientemente specifici per suscitare il sospetto di una neoplasia. Ciò si traduce in un frequente ritardo nella diagnosi, che spesso viene formulata solo quando il tumore è già in uno stadio avanzato e si è diffuso in altre parti del corpo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La lotteria degli scontrini dal primo dicembre (e il cashback in arrivo)

  • Stelle Michelin: due novità e sette conferme in Trentino

  • Preore, un'altra tragedia stradale: muore una 16enne, altri 3 giovani in gravi condizioni

  • Poche speranze per gli impianti sciistici, anche se l'Rt è in calo: arrivano i ristori

  • Il Dpcm delle regole di Natale 2020 cambia verso: niente eccezioni per nonni, genitori e figli

  • Tragedia a Preore, auto esce di strada: è deceduta una persona

Torna su
TrentoToday è in caricamento