rotate-mobile
Martedì, 16 Aprile 2024
Città

Ex Lettere, passerella ciclopedonale ed ex Sit: cosa è stato approvato oggi in Giunta

Avviate le procedure per l’approvazione del progetto del nuovo ponte sull’Adige e dell’edificio nel compendio Santa Chiara. Approvato anche il piano di fattibilità tecnico economica del complesso che ospiterà la nuova stazione delle corriere e un parcheggio pertinenziale

Tre importanti passi in avanti sono stati fatti a Trento oggi, lunedì 5 dicembre, nell’ordine di un restyling della città. Tre le delibere approvate in Giunta legate alle trasformazioni urbanistiche che, nei prossimi anni, riguarderanno la città.

Ex Lettere e passerella ciclopedonale

La Giunta ha avviato l'iter di approvazione del progetto del Polo innovazione, cultura e impresa (edificio ex Lettere) e della passerella ciclopedonale sul fiume Adige. Dopo il passaggio in Giunta di lunedì, entrambi i progetti saranno esaminati dalle commissioni consiliari per arrivare infine in Consiglio comunale per metà dicembre.

Il documento preliminare di progettazione della riorganizzazione funzionale e dell’allestimento degli spazi interni del Polo innovazione, cultura e impresa prevede una spesa di 5 milioni 263 mila euro, di cui 5 milioni a carico del bilancio provinciale e 263 mila euro a carico dell’Amministrazione comunale.

Il documento preliminare di progettazione dei lavori di realizzazione della passerella ciclopedonale sull’Adige prevede una spesa complessiva di 5 milioni e 785 mila euro, di cui 5 milioni e 500 mila euro a carico del bilancio provinciale e 285 mila euro a carico delle risorse finanziarie dell’Amministrazione comunale.

Entrambe le opere rientrano nel protocollo di intesa sottoscritto nello scorso mese di luglio tra la Provincia autonoma e il Comune di Trento, protocollo dedicato agli interventi prioritari finalizzati a rafforzare la capacità delle Amministrazioni pubbliche di essere volano e catalizzatore di processi di sviluppo, costruendo sinergie tra le ipotesi progettuali più strutturate e quelle più recenti innescate dal Piano nazionale di ripresa e resilienza.

Il protocollo prevedeva, tra i vari interventi di particolare rilievo, l’impegno del Comune a progettare sia la passerella ciclopedonale sull’Adige sia la riqualificazione del compendio edilizio del Centro servizi culturali Santa Chiara ex-Lettere e il corrispondente impegno della Provincia a finanziare entrambe le opere.

Riqualificazione area ex Sit

È passato alla revisione della Giunta anche il progetto di riqualificazione urbana dell’area ex Sit, lunedì. Dopo l’approvazione in Consiglio comunale del documento preliminare di progettazione, la Giunta ha approvato il piano di fattibilità tecnico economica del complesso che ospiterà la futura stazione delle corriere, un parcheggio pertinenziale e un giardino pensile.

Il Pfte è il nuovo livello progettuale previsto dal Piano nazionale di ripresa e resilienza, livello necessario per poter poi procedere all’appalto integrato. Trento è tra i primi Comuni in Italia a sperimentare la nuova procedura introdotta per snellire e rendere più veloce l’iter e dunque l’avvio dei cantieri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ex Lettere, passerella ciclopedonale ed ex Sit: cosa è stato approvato oggi in Giunta

TrentoToday è in caricamento