menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Chiusura negozi, la Giunta torna sulla questione: «si attende la pronuncia della Corte Costituzionale»

A inizio settembre l'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato aveva bocciato la legge Failoni-Fugatti

È tornata all'attacco la Giunta provinciale di Trento sulla questione della chiusura domenicale di supermercati e negozi, venerdì 25 settembre ha comunicato che non si fermeranno alla bocciatura dell'Agcom (Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato). 

A inizio settembre era arrivata la notizia della bocciatura da parte del Garante della Concorrenza della nuova legge voluta dall'assessore Roberto Failoni e dal presidente Maurizio Fugatti sulle chiusure domenicali di supermercati e negozi, ritenendo che quella decisione potrebbe porre dei limiti ingiustificati all’esercizio di attività economiche e alla libertà di apertura degli esercizi commerciali. Secondo il Garante, inoltre, la disposizione potrebbe risultare «suscettibile di porsi in contrasto con le norme e i principi di liberalizzazione sanciti in materia sia a livello europeo che nazionale».

La Giunta, però, non demorde e nella riunione del 25 settembre ha ripreso in mano l'ordinanza del Tribunale regionale di giustizia amministrativa in merito al ricorso presentato da due consorzi commerciali contro la delibera che tratta l’apertura domenicale dei negozi. L’esecutivo ha pertanto dato mandato alle strutture tecniche di analizzare l’ordinanza riservandosi di assumere a breve una decisione. Inoltre, si attende che sulla validità della legge provinciale 4/2020 si pronunci la Corte Costituzionale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento