menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio

Foto di repertorio

Mercato del giovedì e contadino, avanti nel rispetto delle regole

Le misure in essere saranno modulate sulla base dell’andamento dei contagi e delle nuove disposizioni nazionali e saranno probabilmente riproposte fino ad aprile

Dopo le restrizioni adottate a livello nazionale nel periodo natalizio, che prevedevano la possibilità di esercitare l'attività ambulante solo per il settore alimentare, i mercati cittadini, in particolare il mercato di servizio nel centro cittadino di Trento, sono stati riattivati con la presenza di tutti gli operatori. Già il 7 gennaio scorso l'Amministrazione comunale ha definito criteri e condizioni di svolgimento dei mercati che hanno permesso lo svolgimento in sicurezza delle attività commerciali su area pubblica. 

L'ordinanza del  20 gennaio valida fino al 6 marzo ha comunicato le seguenti misure:

  • lo spostamento in via Belenzani di parte dei posteggi di vendita in via Verdi per mantenere il distanziamento sociale tra i frequentatori del mercato ed evitare assembramenti;
  • agli operatori dei mercati di servizio, dei mercati specializzati, dei posteggi isolati per il commercio su area pubblica e del mercato tipico dell’economia solidale di piazza Santa Maria Maggiore è stato chiesto di adottare idonei accorgimenti per far sì che la clientela acceda all’area di vendita in numero massimo di tre persone contemporaneamente e comunque per il tempo strettamente necessario all’acquisto, nel rispetto della distanza interpersonale.
  • la sospensione del “Mercatino dei Gaudenti” fino al 5 marzo 2021.

Le misure in essere saranno modulate sulla base dell’andamento dei contagi e delle nuove disposizioni nazionali e saranno probabilmente riproposte fino ad aprile.

Le normative statali e provinciali prevedono inoltre l'utilizzo delle mascherine, sia per gli operatori commerciali, sia per la clientela. Su ogni banco deve essere messo a disposizioni gel igienizzante, in modo da disinfettare le mani prima degli acquisti.

Le attività di verifica sono svolte normalmente dal personale della Polizia Locale che nelle otto edizioni del 2021 ha impiegato complessivamente 42 operatori per complessive 210 ore di controlli. A questo si aggiunge il prezioso contributo dei volontari della Sezione Ana di Trento, incaricati di sensibilizzare la clientela al mantenimento delle distanze di sicurezza. Ai nostri alpini va il ringraziamento dell’Amministrazione per la disponibilità che sempre garantiscono per tutte le iniziative messe in essere nell’interesse della città.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La bozza del decreto riaperture: le nuove regole fino al 31 luglio

Attualità

Servizi bar e ristorazione all’aperto: tutte le indicazioni

social

Offerte di lavoro: in Trentino si cercano marinai

Attualità

Tutti i canti popolari del Trentino disponibili online

Ultime di Oggi
  • Attualità

    Cosa cambia dal 26 aprile

  • Attualità

    Perché rimane il coprifuoco dalle 22 alle 5

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento