rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Attualità

Trento, una città in manutenzione: “la città del domani la costruisci curando l’oggi”

Il punto della situazione su interventi, marciapiedi, asfaltature e Peba. E i portici di via Suffragio? Non sono del Comune. Ianeselli: "Serve l'accordo tra privati"

Diversi gli interventi di sistemazione in atto in varie zone della città di Trento. Un punto della situazione su quanto è in fase di riqualificazione è stato fatto durante la conferenza stampa nel salone di rappresentanze a Trento, nella mattinata di martedì 20 luglio. “Il tempo delle manutenzioni è tutto l’anno, in particolare durante l'estate si fanno interventi più complessi e più impattanti che sono necessari e comportano il miglioramento della sicurezza e anche dell’estetica di tutta la viabilità: pedonale, ciclabile, veicolari - ha affermato Fernando Poli, che dirige l'ufficio Gestione strade e parchi -. Per le strade lavoriamo principalmente di notte, stiamo intervenendo su alcuni punti a Gardolo e a Martignano, in via Cerbara, sulla strada della Port'aquila, nelle vie Brennero e Santa Croce, oltre a viale Verona". 

Marciapiedi

Gli interventi di sistemazioni dei marciapiedi si stanno svolgendo prevalentemente nei sobborghi. Dopo la zona di Borino a Povo sono ora in programma lavori per messa in sicurezza ed adeguamento barriere architettoniche in via alla Cascata (rotatoria) sempre a Povo e su tratti di via Ponte Alto e via Grezoni a Cognola, in via di Melta e via Paludi a Gardolo.

Entro la prima settimana di agosto, condizioni atmosferiche permettendo, sarà completata la sistemazione del tratto di marciapiede tra Vason e le Viote che dalla Chiesa di Vason porta alla casa cantoniera. L’intervento, iniziato il 6 luglio scorso e reso necessario dalla disgregazione della pavimentazione in cubetti di porfido dovuta alle condizioni climatiche invernali ed alle conseguenti operazioni di sgombero e salatura, consiste nella completa sostituzione della stessa con il rifacimento del sottofondo in calcestruzzo, la posa di una rete elettro-saldata per aumentare la rigidità del massetto ed il riposizionamento dei cubetti di porfido sigillati con resina.

Parcheggio e percorso pedonale

Nel mese di agosto inizieranno i lavori di prolungamento percorso pedonale in via Martino Aichner in prossimità del Centro raccolta materiali.

Sono terminati i lavori al parcheggio di via Filari Longhi a Ravina, dove si è provveduto alla sistemazione dei vari piani, con scarifica e completa ri-asfaltatura del piazzale, rifacimento del marciapiede antistante attraverso la sostituzione delle cordonate esistenti e rivisitazione degli stalli di sosta e delle corsie di manovra, di entrata ed uscita. Rimangono da eseguire la sola stesura del tappeto bituminoso finale e la relativa segnaletica.

Asfaltature

Per quanto riguarda l’asfaltatura strade sono stati completati i lavori su tratti di via Brennero, via Spalliera, via Cervara e Port’Aquila, si prosegue ora con viale Verona, via Marsala e via S. Croce. In corso anche l’asfaltatura su di strade sui sobborghi, a Martignano in via Bolleri, in zona Bondone (via dei Daini, Falchi e a Vaneze) e a Gardolo (via Soprasasso), seguiranno poi alcuni tratti al passo Cimirlo e a Villazzano (via Villa e via Torricelle), a Gardolo (IV novembre, Melta e S.Sebastian) e via S. Vito a Cognola.

Pavimenti in pietra

Gli interventi per la sistemazione della pavimentazione in pietra si stanno concentrando prevalentemente nella zona del centro storico anche in prospettiva degli europei di ciclismo che interesseranno il centro cittadino. È terminato a fine giugno il rifacimento di gran parte di via S. Marco per un costo totale di circa 50mila euro e si sta procedendo con gli interventi di sistemazione e messa in sicurezza sulle vie Roma e Manci, iniziati il 28 di giugno, che termineranno entro la fine di luglio per poi, anche se marginalmente, eseguire alcuni interventi in via Belenzani. Il costo complessivo dei lavori sulle tre vie è di circa 90mila euro.

Segnaletica

Riparte anche la manutenzione della segnaletica orizzontale, lavori che in fasi alterne perdurano durante le stagioni primaverile, estiva ed autunnale.

Si lavora per il Peba

"Quando si parla di manutenzione, per quanto riguarda il mio ufficio, riguarda anche altri tipi di intervento che magari si vedono meno ma che vengono gestiti direttamente dal cantiere - ha precisato il dirigente Poli -. Questi sono interventi di taglio erba, copertura di buche; e anche, con tutta la struttura, interventi di sbarrieramento. È, appunto il nostro servizio che gestisce, sta seguendo e costruendo il Peba, il piano di eliminazione delle barriere architettoniche". Continuano infine i lavori inerenti il piano di eliminazione delle barriere architettoniche e sensoriali (Peba), che al momento si stanno sviluppando in zona ospedale sulle vie Gerola, Pasubio, Bolghera e Coni Zugna.

Il personale del cantiere comunale e alcuni gruppi di lavoratori stagionali sono inoltre impegnati quotidianamente nella manutenzione ordinaria, come il taglio dell’erba e la sistemazione puntuale delle pavimentazioni, ma anche in interventi emergenziali, causati ad esempio dai recenti violenti fenomeni meteorologici, e a supporto di manifestazioni o eventi particolari, garantendo anche il servizio di reperibilità notturna e festiva.

 “La città del domani la costruisci curando l’oggi”

Sono tanti gli interventi in atto, piccole azioni portate avanti con impegno dall'ufficio manutenzioni. Ianeselli: “Sottolineo la passione del nostro capo ufficio. Noi sappiamo che queste sono tante piccole azioni che fanno la qualità della vita urbana ed è molto importante prestare attenzione. Abbiamo voluto dare evidenza delle tante piccole azioni che realizziamo grazie all'impegno costante del nostro ufficio”. Durante la conferenza stampa è stato ricordato il servizio di ripristino delle facciate di edifici privati sarà gratuito anche per il 2021. Il budget, suddiviso su tre anni, per il 2021 è pari a 7.200 euro. Nel 2019 gli interventi sono stati 58, saliti nel 2020 a 75.

Via Suffragio e richieste

Durante la conferenza stampa di martedì, entrando nel merito dell'attuale riqualificazione di via Suffragio è stato ricordato da un giornalista il desiderio dei residenti di valorizzare i volti, così come per via Osele. A queste domande ha risposto direttamente il sindaco Franco Ianeselli, precisando alcune questioni legate alle proprietà dei singoli luoghi: “Noi abbiamo in corso il cantiere di riqualificazione di piazza Mostra, ci sono delle lamentele. Però, come ho avuto modo di scrivere: se ristrutturi un pezzo di casa ci sono i disagi ma ci sono anche dei risultati. Quale sarà? È una riqualificazione della piazza e un abbellimento di quella parte di città. Poi, sempre su piazza Mostra abbiamo un edificio, che è l’ex Questura della Provincia, poi c’è il Passaggio Osele che è di Itea, ma c'è una servitù del Comune dove effettuiamo la pulizia. Ci son delle scritte in piazza Mostra, ad esempio dove c’è la libreria Einaudi, ma sono sul compendio Itea. Noi abbiamo questo servizio a favore dei privati, dove ci sono realtà pubbliche, queste possono farsele da sole. Se questo non viene fatto, possiamo intervenire in via eccezionale per rimuovere le scritte. La questione dei portici è oggetto di attenzione, faremo una riunione con tutti gli uffici che possono essere interessati a via Suffragio; i portici non sono del Comune, già in passato abbiamo cercato se c’è accordo dei privati, perché ci può essere una compartecipazione nostra. Siccome le proprietà sono molte, non era stato raggiunto tra loro l’accordo. Quello che diciamo noi è: i privati si mettano d'accordo per una riqualificazione, noi sicuramente faremo la nostra parte. Quello che non siamo in grado di fare è quello di intervenire su un bene che non sia nostro, a meno che non ci sia una situazione di tale pericolo che renda necessario l'intervento”. Serve un'intesa tra pubblico e privato. Quando venne fatto l'intervento per illuminazione sui portici in passato, è stato molto lungo, complicato e difficile. In quel caso, però, c'era una questione di sicurezza che premeva per l'intervento. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trento, una città in manutenzione: “la città del domani la costruisci curando l’oggi”

TrentoToday è in caricamento