Attualità

Stazione ferroviaria, restyling da 15 milioni per le Olimpiadi del 2026

Dalla giunta provinciale via libera all'accordo con Rete ferroviaria italiana e Comune di Trento

Uno dei rendering per la ristrutturazione

Approvato dalla giunta provinciale, mercoledì 23 giugno, l'accordo sul progetto di restyling della stazione ferroviaria di Trento da 15 milioni di euro. Per questo intervento esiste un progetto redatto da Rfi e un finanziamento da 6 milioni di euro previsti sui fondi olimpici. Nel provvedimento, approvato dall'esecutivo su proposta del presidente della Provincia autonoma, Maurizio Fugatti, si dà il nulla osta all’operazione che prevede, tra l'altro, una valorizzazione dell'intera area di piazza Dante, un maggior numero di stalli dedicati alle biciclette (da 90 a 134), nonché il recupero di spazio a uso pedonale.

Rendering restyling stazione Trento-2

Alla stazione è previsto che arrivi la nuova pista ciclopedonale e che venga rifatta la piazza del giardino del ristoratore con la pedonalizzazione dell'area per ricavare uno spazio esterno dedicato sia alla ristorazione sia agli eventi artistici. All'interno è prevista una nuova illuminazione, la sistemazione degli spazi, il ripristino dell'aspetto originario della biglietteria, l'inserimento di un ufficio turistico dell'Apt del Mondo Bondone valle dei Laghi e la realizzazione di una galleria commerciale.

"Si tratta di un intervento che consentirà alla stazione ferroviaria e all’area circostante di essere più accessibile, fruibile e comoda per gli utenti - sottolinea il presidente Fugatti -. Ma è anche un altro passo avanti importante per poter arrivare alle Olimpiadi con infrastrutture rinnovate e pronte per accogliere ancora meglio coloro che visiteranno il nostro territorio in occasione dei Giochi invernali del 2026”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stazione ferroviaria, restyling da 15 milioni per le Olimpiadi del 2026

TrentoToday è in caricamento