rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Giustizia

"Trento è vicina a Patrick Zaki"

Nel secondo anniversario dall'inizio della carcerazione di Patrick Zaki in Egitto, continua l'impegno del Comune di Trento per sensibilizzare la cittadinanza sulla sua storia

Ricorre il 7 febbraio il secondo anniversario dall'inizio della carcerazione in Egitto di Patrick Zaki, studente dell’università di Bologna, oggi libero (dallo scorso 7 dicembre, dopo 22 mesi di carcere), ma ancora in attesa del processo. Il 1° febbraio, in occasione della quarta udienza, il giudice ha rimandato la decisione al prossimo 6 aprile. 

Il Comune di Trento ha cercato in questi anni di esprimere vicinanza a Zaki aderendo alle campagne di solidarietà organizzate in tutta Italia e impegnandosi a sensibilizzare la cittadinanza sulla sua storia e su quelle di Giulio Regeni, dottorando italiano dell'università di Cambridge rapito a Il Cairo il 25 gennaio 2016 e ritrovato senza vita il 3 febbraio successivo nelle vicinanze di una prigione dei servizi segreti egiziani, e Chico Forti, il trentino condannato nel 2000 per omicidio negli Usa e tutt'ora in attesa del lasciapassare per rientrare in Italia.

Trento-e-vicina-a-Patrick-Zaki-2

A loro sono dedicati i tre manifesti esposti nel cortile interno di Palazzo Thun, sede del municipio di Trento: "Un modo per ricordare ogni giorno, nel cuore della città, che la giustizia non è una questione personale, ma coinvolge tutti noi, impegnandoci non solo a chiedere responsabilità a chi ha il potere di prendere decisioni cruciali, ma anche a realizzarla nel nostro piccolo quotidianamente". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Trento è vicina a Patrick Zaki"

TrentoToday è in caricamento