rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Attualità

Pari opportunità, sostegno e interventi mirati: parte il Consiglio delle donne

Con le consigliere comunali e le componenti della Giunta ci sono anche 15 associazioni

Comincia ufficialmente il mandato del Consiglio delle donne presso il Comune di Trento. L'organo, secondo quanto prevede lo statuto comunale, ha come obiettivi promuovere il ruolo della donna nella società, valorizzare le conoscenze e le capacità delle donne, sostenere le pari opportunità, promuovere interventi contro la violenza sessuale e ogni forma di violenza di genere. Il Consiglio delle donne è composto dalle elette nel Consiglio comunale e nei Consigli circoscrizionali, dalle componenti la Giunta comunale e da una rappresentanza dei gruppi, delle associazioni e dei coordinamenti femminili presenti in città.

Dopo l'apertura delle adesioni, sono 15 le associazioni del territorio che hanno aderito, diverse per ispirazione e attività: si va dal mondo professionale (AIDIA, Associazione Italiana Donne Ingegnere e Architette; AIAF - Associazione italiana Avvocati per la Famiglia, Associazione Gi.Pro - Giovani & Professionisti; Associazione Donne in Cooperazione, Movimento Confartigianato Donne Impresa, Coordinamento Donne delle ACLI Trentine) a quello culturale (Associazione Culturale Chaminade, Associazione Rifiuti Speciali), da Club di Servizio (Innerwheel Club Trento Castello, Lions Club Trento del Concilio, Soroptimist International Club di Trento) ad altre realtà espressione di associazionismo tematico, sia locale e internazionale (Associazione Mafalda Donne Trento, Associazione Mamme Insieme, Associazione Le Fontane Romagnano, Scout CNGEI - Corpo Nazionale Giovani Esploratori ed Esploratrici Italiani).

Come presidente è stata nominata Anna Raffaelli, Consigliera comunale, allo scopo di rafforzare l’azione del Consiglio delle donne tramite un collegamento più stretto con il Consiglio Comunale.

La vicepresidenza è stata assegnata a una Consigliera circoscrizionale, scelta tra le fila delle consigliere di minoranza per garantire pluralità, nella persona di Renata Triches, della Circoscrizione di Mattarello. 

Nell’ultima seduta sono state elette le tre componenti dell’ufficio di Presidenza: Loredana Bettonte - Presidente di Innerwheel Trento Castello, Silvia Di Rosa - Presidente della sezione di Trento di AIDIA, Associazione Italiana Donne Ingegnere e Architette, Cinzia Tomasoni - Presidente di AIAF TAA, Associazione italiana Avvocati per la Famiglia, sezione del Trentino Alto Adige.

"Questa eterogeneità - scrive il Comune in una nota - sarà foriera di istanze provenienti da settori e mondi diversi, accomunate però da uno scopo: impegnarsi per garantire le pari opportunità e aumentare le occasioni e gli spazi per la partecipazione alla vita femminile della nostra città, nell’amministrazione, nell’associazionismo e nel mondo lavorativo". 

Nei primi incontri sono state già delineate le linee guida per il lavoro del Consiglio:

  • concentrarsi sul tema dell’educazione a una cittadinanza inclusiva e paritaria fin dalla scuola materna;
  • lavorare sulla rappresentanza femminile nelle istituzioni. Su questo tema, il Consiglio si è dichiarato fortemente contrario alla proposta di abolizione della doppia preferenza, ed intraprenderà azioni in merito nei prossimi giorni;
  • farsi portavoce di diverse istanze che giungono a vario titolo dalla realtà cittadina (in fase di elaborazione c'è una mozione per la realizzazione di uno sportello informativo dedicato a iniziative sul tema delle pari opportunità);
  • organizzare eventi e momenti di riflessione specifici: come primo passo, il convegno “Codice Rosso” a due anni dalla sua entrata in vigore, organizzato da AIAF, Camera Penale di Trento, Ordine degli Avvocati di Trento e Comitato Pari Opportunità del C.O.A. di Trento, il 22 e 29 ottobre, è realizzato in collaborazione con il Consiglio delle donne; inoltre è in cantiere un percorso sul tema della violenza contro le donne, da lanciare il 25 novembre, Giornata Internazionale contro la violenza sulle Donne, e concludere l’8 marzo, Giornata internazionale della donna, con incontri su vari aspetti che la violenza può assumere e gli ambiti in cui può manifestarsi.  

Trento, 26 ottobre 2021

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pari opportunità, sostegno e interventi mirati: parte il Consiglio delle donne

TrentoToday è in caricamento