rotate-mobile
Sabato, 3 Dicembre 2022
Attualità

Trento è “ComuneCiclabile”, Fiab le conferma e i primi dati sugli spostamenti

La Federazione ha dato quattro “bike smile” su 5 alla città

Consegnata direttamente al sindaco di Trento, Franco Ianeselli, da Guglielmo Duman di Fiab, la bandiera gialla simbolo dei "ComuniCiclabili", nella mattinata di martedì 20 luglio, nel salone di rappresentanza di Palazzo Geremia.

Il Comune di Trento è stato premiato da Fiab per il quarto anno consecutivo e, dopo aver ottenuto la simbolica bandiera gialla durante la partecipata cerimonia online organizzata il 10 febbraio scorso per premiare le amministrazioni più virtuose in termini di mobilità sostenibile, martedì ha ufficializzato questo traguardo con la consegna "fisica". 

Il riconoscimento Fiab-ComuniCiclabili valuta e attesta il grado di ciclabilità dei comuni italiani, accompagnandoli in un percorso virtuoso verso politiche “bike friendly”, ed attribuisce ai territori un punteggio da 1 a 5 assegnato sulla base di sei categorie (motorizzazione, cicloturismo, ciclabili urbane, moderazione velocità/traffico, governance, comunicazione) e rappresentato da altrettanti “bike-smile” sulla bandiera. Trento ha ricevuto 4 bike smile su 5.

"La motivazione della consegna della bandiera gialla - ha sottolinato Duman -, in base ai dati forniti dall'Ufficio Mobilità, conferma quattro bike smile, ma con un punteggio 'sul filo', perché l'asticella viene alzata ogni anno e le pretese sono sempre più alte. Si registra un aumento delle zone '30'; da migliorare la segnaletica, anche orizzontale e ulteriori interventi come ad esempio 'uscite ed inizi', dissuasori e dossi artificiali". Il consiglio, da parte di Fiab, è quello di lavorare sulla comunicazione aderendo alle varie campagne nazionali della federazione. 

L’avvio della pianificazione di Pums e Biciplan, a inizio agosto è prevista la conclusione della fase di raccolta dati, e la progettazione di 11 ciclobox da dislocare sul territorio comunale, segno che l’Amministrazione comunale punta sempre più in alto e vuole ottenere in futuro risultati ancora più grandi.

"Dai primi dai, da quanto emerge, gli spostamenti giornalieri sulla città di Trento sono circa 400mila, e 40mila nell'ora di punta, quasi il 50% riguarda gli spostamenti interni sulla città e il centro - ha spiegato Laura Cattaneo, responsabile dell'Ufficio Mobilità di Trento -. Andando a indagare sugli spostamenti 'leggeri' si desume come siano quasi 13mila quelli del mattino e la metà di questi si spostano su meno di 5 km. Vuol dire che questi possono essere indagati per dirottarne una parte verso la mobilità dolce, per rendere la città più sostenibile, vivibile. Sicuramente il comune di Trento ha intrapreso un percorso, la mobilità dolce, la creazione delle infrastrutture vere e proprie ma anche di 'zone 30', si tratta di azioni che dovranno essere incrementate". 

Piena soddisfazione anche da parte del sindaco Ianeselli, per il riconoscimento e per tutti i progetti aperti e in divenire sul territorio. “Siamo pienamente soddisfatti di questo riconoscimento - ha affermato il sindaco Ianeselli -. In attesa del bici-plan, che per noi è una svolta, abbiamo dei progetti che stiamo per completare. Sappiamo che non tutto si gioca con le piste ciclabili. Una città a misura di bicicletta è fatta di tante 'zone 30’. L’appello che faccio è quello di usarla bicicletta. Abbiamo delle evidenze che tanti spostamenti interni sono minimi, sotto ai 3 km".

L’iniziativa, che fino ad oggi ha coinvolto oltre 140 comuni italiani, ha ottenuto quest’anno il patrocino del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti e del Ministero dell’ambiente. L’accordo di collaborazione siglato tra Fiab-ComuniCiclabili e Ali (Autonomie locali italiane), che prevede un reciproco impegno nella condivisione di dati, metodi e indicatori, per studiare e monitorare al meglio la mobilità ciclistica e il turismo in bicicletta nel Paese, ha inoltre contribuito a valorizzarla ulteriormente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trento è “ComuneCiclabile”, Fiab le conferma e i primi dati sugli spostamenti

TrentoToday è in caricamento