rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Storie

Salvata dopo la violenza, Pallina aspetta un'adozione per la sua nuova vita

Il video della cagnolina che veniva trascinata e picchiata dall'ormai ex padrona, era diventato virale. In meno di 24 ore Pallina è stata salvata

La storia di Pallina, la cagnolina picchiata dalla sua padrona in piazza a Trento dopo Natale, ha fatto il giro del web in pochissime ore. Un video diventato virale in pochissime ore e che ha permesso alle forze dell'ordine di mettersi sulle tracce della donna e di riuscire a fermarla il giorno dopo, portando al sicuro la cagnolina. Erano le 7.30 di mattina di lunedì quando le telecamere di sorveglianza hanno documentato la scena in cui la donna ha iniziato a picchiare Pallina, tenuta al guinzaglio, prima con una borsa e poi, quando la cagnolina ha cercato di divincolarsi, ha iniziato a prenderla a calci in maniera molto violenta.

“La cagnolina, che abbiamo chiamato Pallina, ora è custodita presso il canile comunale gestito dalla nostra associazione” fa sapere Luca Lombardini, presidente Lndc Trento e Vicepresidente Lndc nazionale. “È stata visitata e da un punto di vista sanitario sta bene. Anche da un punto di vista psicologico fortunatamente non è sembrata particolarmente traumatizzata e ha un buon carattere, gioioso e aperto. Speriamo di poter trovare per lei al più presto una bella adozione affinché possa vivere la sua vita in tranquillità”.

La cagnolina ora è al canile e la speranza è quella che possa essere adottata da una famiglia che le doni amore. Nelle ore immediatamente successive alla pubblicazione del video, sono state tante le persone che hanno chiesto di poterla adottare. “Speriamo che Pallina possa al più presto trovare una nuova famiglia con cui passare il resto della propria vita e dimenticare questa brutta esperienza”, conclude Rosati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salvata dopo la violenza, Pallina aspetta un'adozione per la sua nuova vita

TrentoToday è in caricamento