menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Trento, tante agevolazioni per le associazioni: dimezzati i rimborsi, ridotte le tariffe e spostate le scadenze

Tariffe rifiuti, bollette e utilizzo delle sale. Diverse le agevolazioni nonostante la difficile annata

Dimezzati i rimborsi richiesti alle associazioni a Trento anche per il 2021, a confermarlo è stata la Giunta comunale lunedì 22 marzo. «Nonostante le difficoltà legate alla pandemia» si legge nella nota, «tante associazioni hanno continuato, nel rispetto delle normative di sicurezza, ad offrire sostegno e vicinanza alle persone più fragili e bisognose. Per questo l’Amministrazione comunale, fin dall’inizio dell’emergenza, ha voluto essere loro vicina».

È stata quindi approvata la ri-determinazione in diminuzione del 25% degli importi relativi al primo semestre 2021 (e quindi del 50% su base annua) richiesti a titolo di rimborso delle spese accessorie (riscaldamento, luce) in favore delle circa 400 associazioni ed enti senza scopo di lucro ospitati all’interno degli immobili comunali e di rimandare la scadenza del pagamento della prima rata a titolo di canone e spese accessorie al 31 luglio 2021.

Inoltre, è stata confermata la possibilità fino al 30 giugno 2021 di ottenere dei contributi per lo svolgimento di attività di tipo socio-assistenziale e comunque legate all’emergenza Covid. La domanda può essere presentato in ogni momento all’ufficio Gestione e promozione sociale (n. tel. 0461/884436-477), venendo dunque meno il termine dei 30 giorni antecedenti lo svolgimento dell’attività. Entro il 30 giugno è anche possibile presentare domanda di contributo per le spese già sostenute nei primi sei mesi del 2021.

Utilizzo delle sale

È stato anche confermato, come da regolamento, che l’utilizzo delle sale e degli spazi circoscrizionali è gratuito nei casi di attività organizzate con il patrocinio del Comune oppure con il contributo della Circoscrizione. La tariffa è ridotta del 20% per gli enti iscritti al Registro unico del terzo settore e per le altre organizzazioni senza scopo di lucro.

«Nel caso di utilizzo per attività ricreative rivolte ai bambini» precisa la nota, «è prevista fino alla fine dell’emergenza la riduzione del 50% della tariffa, che non è applicata per l’utilizzo di spazi esterni per l’attività offerta nel periodo di chiusura estiva della scuola».

Agevolazioni ordinarie in tema di rifiuti

Ridotta anche del 10% la quota della tariffa fissa per gli enti e le associazioni che si occupano di assistenza e beneficenza a categorie sociali bisognose, su richiesta da presentare all’ufficio Canoni e tariffe sostituzione totale nel pagamento della tariffa giornaliera smaltimento rifiuti per l’occupazione di locali o aree pubbliche per periodi inferiori a sessanta giorni nel corso dell’anno solare, come ad esempio in occasione di feste ed eventi su strade e piazze; la sostituzione opera automaticamente, in quanto riconosciuta d’ufficio.

A tali agevolazioni si aggiunge la riduzione del 20% della quota fissa, riconosciuta straordinariamente nel 2020 ed ora estesa anche per il 2021. Anche in questo caso la misura opera d’ufficio e non c’è quindi bisogno di fare richiesta.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Restrizioni, quando ci si potrà spostare tra regioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento