menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Trentino passa in zona arancione dal 6 aprile

Lo ha comunicato il presidente Maurizio Fugatti durante la conferenza stampa

Il Trentino passa in zona arancione dopo Pasquetta, lo ha annunciato il presidente Maurizio Fugatti durante la conferenza stampa di aggiornamento sull'andamento del contagio da coronavirus di venerdì 2 aprile, leggendo la lettera inviatagli nella giornata di oggi. L'Rt è intorno allo 0,8, l'incidenza è di 220 (circa) casi su 100mila abitanti. Lo aveva anticipato già Ansa, citando fonti del Ministero della Salute. Fino a martedì 6 aprile, però, per il periodo pasquale la provincia autonoma di Trento come tutto il resto di Italia sarà in zona rossa. 

Le regole per Pasqua e Pasquetta

Sabato 3 aprile, domenica 4 aprile (Pasqua) e lunedì 5 aprile (Pasquetta), tutta l'Italia sarà considerata zona rossa, a prescindere dalla fascia di rischio epidemiologico in cui si trovano le Regioni e le Province autonome. In Trentino, dunque, restano valide tutte le regole che abbiamo seguito dal 15 marzo, quando la provincia è entrata in zona rossa, con un'importante eccezione. Nel lungo fine settimana pasquale, che va appunto da sabato a lunedì, vi sarà una deroga sugli spostamenti.

Una sola volta al giorno, tra le 5 e le 22, si potrà infatti andare presso un’altra abitazione privata per fare visita ad amici o parenti. Attenzione però, questo tipo di visite saranno consentite solo nell'ambito dei confini provinciali e per un massimo di due persone a cui si possono aggiungere figli minori di 14 anni o disabili. Presso l'abitazione in cui siamo diretti, inoltre, non devono già essere presenti persone provenienti da altre famiglie. 

È bene ricordare, infine, che sarà possibile raggiungere le seconde case in Trentino e anche fuori dal territorio provinciale, salvo eventuali divieti previsti da ordinanze locali, ad esempio in Alto Adige non è consentito. È necessario però avere un titolo di godimento dell'immobile, come atto di affitto o di proprietà, anteriore al 14 gennaio 2021. La casa di destinazione, inoltre, non può essere abitata da persone non conviventi.

Dopo Pasqua e Pasquetta

Il nuovo decreto legge del governo Draghi con le misure anti covid dopo la Pasqua in zona rossa in tutta Italia in discussione mercoledì 31 marzo. Le nuove norme sono destinate a sostituire quelle che scadono il 6 aprile e quindi saranno in vigore da mercoledì 7 e fino al 30 aprile 2021. Il provvedimento dell'esecutivo prolungherà gran parte delle restrizioni per un altro mese e scadrà a fine aprile o ai primi di maggio. La prima conferma delle indiscrezioni riguarda la sospensione della zona gialla fino al 30 aprile. Tuttavia in casi di dati epidemiologici rassicuranti e al progredire delle vaccinazioni, il decreto prevede possibili deroghe. Al tempo stesso nelle regioni nelle quali l'incidenza cumulativa settimanale dei contagi è superiore a 250 casi ogni 100mila abitanti, scatterà il lockdown.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La bozza del decreto riaperture: le nuove regole fino al 31 luglio

Attualità

Servizi bar e ristorazione all’aperto: tutte le indicazioni

social

Offerte di lavoro: in Trentino si cercano marinai

Attualità

Tutti i canti popolari del Trentino disponibili online

Ultime di Oggi
  • Attualità

    Cosa cambia dal 26 aprile

  • Attualità

    Perché rimane il coprifuoco dalle 22 alle 5

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento