rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Attualità

Foehn, temperature in rialzo e rischio valanghe: tutti i dettagli

La raffica più intensa registrata è pari a 86 km/h ed è stata misurata verso le 13.10 sul Careser a 2600 metri ma anche sui passi Manghen e Tonale si sono misurate raffiche poco superiori a 50 km/h

Venti forti si sono registrati il 29 di dicembre in montagna, a comunicarlo è stata la Pat. La raffica più intensa registrata è pari a 86 km/h ed è stata misurata verso le 13.10 sul Careser a 2600 metri ma anche sui passi Manghen e Tonale si sono misurate raffiche poco superiori a 50 km/h. È possibile che nella notte tra il 29 e il 30 dicembre, quando passerà un fronte caldo, oltre che al mattino di giovedì i venti siano localmente molto forti soprattutto sui crinali in quota dove potrebbero localmente verificarsi raffiche superiori a 80 - 100 km/h.

Nelle valli a quote basse la probabilità di venti forti sarà generalmente bassa per il ristagno di un "cuscino" di aria fredda sopra al quale scorrerà l'aria calda ma, soprattutto nelle vallate a quote medio alte ed orientate nord - sud e nordovest - sudest saranno possibili raffiche di foehn forti o molto forti. I venti sono attesi in attenuazione dal pomeriggio di domani.

Previsioni meteo per Capodanno

È stato anche segnalato che le temperature stanno già aumentando in montagna e si sono misurate massime decisamente elevate per il periodo (10°C a Malga Bissina a 1785 metri, 11 °C a Pejo a 1585 metri). Nei prossimi giorni, soprattutto dal pomeriggio sera di giovedì, si prevede bel tempo con temperature sopra la media di 7 - 10 °C in montagna.

Il vento non dovrebbe determinare sostanziali modifiche alla stabilità del manto nevoso, in quanto, la presenza di neve ormai assestata rende la stessa difficilmente trasportabile; Da mercoledì 29 a venerdì 31 dicembre invece aumenterà progressivamente la possibilità di valanghe spontanee umide e fenomeni di slittamento del manto nevoso, anche se per lo più di piccole dimensioni. Attenzione soprattutto ai versanti soleggiati alle quote più elevate ed a quelli esposti a nord, nord-est alle quote di media montagna, in quanto subiranno il primo significativo rialzo termico stagionale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Foehn, temperature in rialzo e rischio valanghe: tutti i dettagli

TrentoToday è in caricamento