Attualità

Francesco Misdaris nominato commissario per la Ciclovia del Garda

Oggi il presidente Maurizio Fugatti, affiancato dal dirigente dell'Agenzia provinciale per le Opere pubbliche, Luciano Martorano, lo ha presentato ufficialmente ai sindaci di Riva del Garda, Arco, Ledro e Nago-Torbole

Il nuovo commissario per la Ciclovia del Garda, tratto ovest è l'ingegner Francesco Misdaris. Oggi il presidente Maurizio Fugatti, affiancato dal dirigente dell'Agenzia provinciale per le Opere pubbliche, Luciano Martorano, lo ha presentato ufficialmente ai sindaci di Riva del Garda Cristina Santi, di Arco Alessandro Betta, di Ledro Renato Girardi, nonché di Nago-Torbole Gianni Morandi, che è anche commissario della Comunità Alto Garda e Ledro.


"La Ciclovia è una delle cinque opere per le quali la Provincia ha individuato, con legge, la nuova figura del commissario, si tratta di opere considerate strategiche su base provinciale. Accanto alla Ciclovia, vi sono la riorganizzazione della SS 47 della Valsugana tra Castelnuovo e Grigno, la variante di Pinzolo, il sottopasso di collegamento a Spini di Gardolo, la messa in sicurezza della strada statale 12 a Ravina. L'obiettivo è quello di diminuire il tempo che intercorre dalla individuazione delle risorse alla realizzazione dell’opera", ha concluso il presidente Fugatti nell'augurare buon lavoro all'ingegner Misdaris. In qualità di commissario straordinario, avrà il ruolo di “funzionario onorario” della pubblica amministrazione e dovrà provvedere, entro 4 anni decorrenti dall'inizio del mese maggio 2021, alla realizzazione dell'opera, adottando tutti gli atti e provvedimenti necessari, potendo contare su prerogative speciali che permettono di ridurre i tempi e di semplificare le modalità procedurali.

"Stiamo ultimando il passaggio delle consegne - è stato il commento del commissario Misdaris - i tempi assegnati per l'esecuzione dell'opera sono stretti, perché stiamo operando in un territorio fragile dal punto di vista idrogeologico, il mio impegno è quello di mantenere un collegamento stretto con il territorio, operando anche dalla sede che sarà messa a disposizione dalla Provincia a Riva del Garda, nonché con gli uffici della Provincia".

Ciclovia del Garda
Come illustrato dall'ingegner Martorano, in seguito alla stesura del progetto di fattibilità tecnico-economica in corso di ultimazione, il tracciato della Ciclovia del Garda è arrivato a 167 chilometri complessivi, mentre l'importo totale stimato è pari a circa 320 milioni di cui 72 per i quasi 20 chilometri del tratto trentino. Per la realizzazione di quest'opera è stato sottoscritto un preciso protocollo di intesa fra lo Stato e le Regioni coinvolte. 

Tratto ovest 5,3 chilometri:

  • UF1 da Riva del Garda a Galleria di Orione (1,506 km) suddiviso a sua volta in tre lotti: UF1.1 da Riva al sottopasso Ponale, i lavori sono in corso per l'importo complessivo è di 1,425 milioni di euro; UF1.2 dal sottopasso Ponale alla Galleria di Orione è in fase di progettazione esecutiva, l'importo stimato dell'intervento è di 8,972 milioni di euro; UF1.3 sono invece stati ultimati gli interventi di consolidamento e demolizione in parete, per un importo di circa 1 milione di euro. 
  • UF2 da Galleria di Orione a G. dei Titani (0,952 km): è in corso di ultimazione il progetto di fattibilità tecnico-economica, l'importo stimato dell'intervento è di 5,88 milioni di euro, si prevede un passaggio sul vecchio ponte in corrispondenza del "porto del Ponale", situato a quota inferiore rispetto al sedime della statale 45bis; il passaggio avverrà a tratti in nuova galleria per superare senza interferenze dirette la zona della “Casa della trota”.
  • UF3: da Galleria dei Titani al confine (2,831 km): suddivisa in 4 sotto unità funzionali di cui, un tratto in prossimità del confine in fase di progettazione esecutiva, mentre gli altri tre in fase di fattibilità tecnico ed economica.

Tratto est 4,5 chilometri: UF14: dal confine a Tempesta (1,091 km); UF15: da Tempesta a Corno di Bo’ (1,630 km); UF16: da Corno di Bo’ alla Fraglia della Vela (1,771 km); 

Tratto nord 9,6 chilometri: UF17: dalla Fraglia della Vela a Torbole (0,558 km); UF18: da Torbole a Riva del Garda (5,405); vi è poi un nuovo intervento, UF19, che collegherà Torbole con la rotatoria di Nago (3,641 km).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Francesco Misdaris nominato commissario per la Ciclovia del Garda

TrentoToday è in caricamento