Attualità

In Trentino liberalizzati gli orari di estetisti e parrucchieri

Decisione presa per "gestire con flessibilità il flusso della clientela, anche in base alle esigenze di sicurezza"

Orari liberi per parrucchieri ed estetisti. La Giunta, con un provvedimento adottato venerdì 16 luglio, ha deciso di abrogare la possibilità per gli enti locali di regolamentare gli orari di apertura e chiusura delle attività, che dunque potranno gestirsi in autonomia.

Una decisione presa soprattutto per aiutare la ripartenza del settore, e consentire che i clienti possano "spalmarsi" lungo una fascia oraria più ampia, come ha confermato l'assessore all'artgianato e al commercio della provincia di Trento, Roberto Failoni.

"La deregolamentazione degli orari e dei periodi di apertura - ha detto l'assessore - consentirà agli operatori del settore di organizzare e programmare l'attività in piena libertà, così facendo si potrà gestire con flessibilità il flusso della clientela anche in base alle nuove esigenze di sicurezza per dipendenti e clienti".

"La pandemia ha causato pesanti effetti sulle attività economiche, costrette a chiusure prolungate e a cambiamenti nel modo di lavorare. In particolare, nel campo degli acconciatori ed estetisti la gestione dei tempi ha subito un profondo cambiamento: il rispetto del distanziamento sociale e le regole anticovid hanno comportato la necessità di programmare in maniera diversa il flusso della clientela e gli orari dei dipendenti. Proprio per venire incontro alle esigenze dei cittadini e degli operatori economici in questa delicata fase della ripartenza - conclude Failoni - è opportuno che le attività possano svolgersi in maniera autonoma e libera in tutta la provincia, evitando la disparità di norme fra territori diversi".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In Trentino liberalizzati gli orari di estetisti e parrucchieri

TrentoToday è in caricamento