menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Professore di Trento ottiene la cattedra in Cina: si costruisce il più grande radiotelescopio al mondo

Si rafforza il rapporto tra Trentino e Cina: il professor Paolo Rocca docente per tre anni all'Università di Xidian

L'Università di Trento avrà anche una cattedra... in Cina. A sedervi sar- il professor Paolo Rocca, già docente presso il Dipartimento di Ingegneria e Scienze dell'Informazione nell'ateneo trentino, chiamato per tre anni dall'Università di Xidian, la città famosa per l'esercito di terracotta ma anche per la progettazione di Fast, che sarà il più grande radiotelescopio al mondo. 

Cina-Trento: il rapporto si rafforza

Il Senato accademico trentino ha autorizzato il docente all’incarico e alla doppia appartenenza. "Per il Disi, il Dipartimento Ingegneria e Scienza dell’Informazione di UniTrento, la chiamata di Rocca è motivo di orgoglio. Da una parte perché la Xidian University è un punto di riferimento a livello mondiale per l’ingegneria elettrica ed elettronica. Dall’altra perché la cattedra è frutto della collaborazione già esistente del gruppo Eledia del Disi con il team che ha progettato il radiotelescopio Fast. In prospettiva, l’incarico ha rilevanza poi per l’intera Università di Trento perché getta le basi per un possibile allargamento dell'offerta didattica italo-cinese dell’Ateneo", scrive in una nota l'Uiversità di Trento. 

Da oltre cinque anni il gruppo Eledia del Dipartimento di Ingegneria e Scienza dell’Informazione di UniTrento collabora con l’ateneo cinese nel progetto del più grande radiotelescopio al mondo, struttura avveniristica composta da 4450 pannelli regolabili, con 500 metri di diametro. Fast (Five tundre meter Aperture Spherical Telescope) è stato realizzato per studiare onde gravitazionali e fenomeni cosmici. L’Ateneo di Xi'an vanta eccellenze nel settore elettromeccanico, dei controlli automatici e della progettazione di dispositivi elettronici e all’Università di Trento chiede ora un contributo formativo sulle nuove teorie e metodi per l’analisi delle tolleranze e la sintesi robusta di sistemi radianti complessi in grado di garantire elevata affidabilità e precisione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento