Attualità

Comuni trentini in allarme, in arrivo una pioggia di multe

Tensione all'interno del Cal, il Consiglio delle autonomie locali: se entro il 31 maggio non certificheranno le perdite dovute al Covid perderanno l'80% dei soldi ricevuti

Oltre al danno ora per i comuni trentini rischia di arrivare anche la beffa. Ovvero di ritrovarsi multati per aver avuto una serie di spese extra legate al Covid-19. Il Cal, ovvero il Consiglio delle Autonomie Locali, è davvero preoccupato: nelle prossime settimane tanti comuni rischiano seriamente di ritrovarsi multati. Ovvero di ritrovarsi in futuro tagliati alcuni finanziamenti.

Il perché è presto detto. Lo Stato ha messo un “termine perentorio”, senza possibilità di procrastinare, ai Comuni per certificare le perdite avute collegate al Covid-19. Entro quella data ogni amministrazione deve mettere nero su bianco, numeri alla mano, quanto in meno ha incassato a causa delle limitazioni imposte dal Covid-19. Dati che non si elaborano in mezzora, con moltissimi comuni soprattutto più piccoli che fanno molta fatica a rispettare. Quelli, per capirci, che non hanno abbastanza personale né esperienza nel gestire una trafila di questo genere, da realizzare attraverso un applicativo fornito dal Ministero dell'Economia e delle Finanze.

E cosa succede se si ritarda? Lo Stato ha scritto, nero su bianco, che in caso di ritardo entro il 30 giugno allora il Comune in questione “sono assoggettati a una riduzione del fondo sperimentale di riequilibrio, dei trasferimenti compensativi o del fondo di solidarietà comunale in misura pari all’80% dell’importo di risorse attribuite”. Se, invece, si arriverà al mese di luglio allora la decurtazione sarà del 90%. Una bruttissima botta per tutti i comuni, che si troverebbero all'improvviso senza tante risorse per manutenzioni, strade ed interventi di routine. Ogni comune deve mandare questa rendicontazione in Provincia, con piazza Dante che avrà le mani legate, potrà solo applicare questa decurtazione in caso di mancato invio. In una recente riunione il Consiglio delle Autonomie ha protestato con forza ma, ad oggi, non si vedono possibilità di allungare questi tempi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comuni trentini in allarme, in arrivo una pioggia di multe

TrentoToday è in caricamento