Attualità

Il Trentino verso la zona arancione, l'incidenza è in discesa

Un'altra classificazione è in arrivo, ma il cambio sarà effettivo dopo Pasqua

Il Trentino può sperare nella zona arancione? Secondo il presidente Maurizio Fugatti sì, ma dopo Pasqua, con la nuova classificazione in arrivo venerdì 2 aprile 2021. «I parametri principali che sono valutati dal Ministero della Salute e dall’Istituto Superiore di Sanità per il passaggio di un territorio ad una classificazione migliore o peggiore sono l’Rt e l’incidenza» ha affermato il presidente della Pat, Fugatti, durante la conferenza stampa di giovedì 1° marzo. «Il Trentino ha attualmente un Rt pari a 0,83, in calo rispetto alla settimana scorsa: per la quarta settimana consecutiva quindi la nostra provincia ha un Rt addirittura da zona gialla. L’incidenza invece viene calcolata con i dati di oggi e questi ci portano ad un valore pari a 225, perciò inferiore alla soglia fatidica dei 250 su 100.000 abitanti».

L'Rt è in calo da qualche settimana, mentre l'incidenza è in discesa da qualche giorno. «Tecnicamente i numeri sono da zona arancione» ha ribadito il presidente. Le norme eventualmente previste nel caso in cui il Trentino dovesse cambiare fascia vedono la riapertura delle scuole superiori al 50% e l'apertura degli esercizi commerciali chiusi in zona rossa. «Attendiamo però la decisione governativa di domani (venerdì 1° aprile ndr)» ha comunque concluso Fugatti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Trentino verso la zona arancione, l'incidenza è in discesa

TrentoToday è in caricamento