Martedì, 21 Settembre 2021
Attualità Centro storico / Piazza Dante

Lupi, la Lav contro le linee guida: "Abbattimento contrario alle leggi nazionali ed europee"

La vecchia legge che consentiva l'abbattimento degli orsi fu impugnata da Roma, ma ora sono cambiati sia la Giunta che il Ministro: come andrà a finire?

Un nuovo conflitto tra Trento e Roma? Questa volta la partita non si gioca sulla pelle degli orsi, ma dei lupi. Non è solo un messaggio di, prevedibile, contrarietà alle nuove norme varate dalla Provincia quello che arria dalla Lav, ma anche un avvertimento: la cattura e l'abbattimento dei lupi sono contrari alle leggi nazionali ed europee. Questo, almeno, secondo l'associazione animalista.

La Provincia ha inviato le nuove linee guida, che prevedono cattura ed abbattimento anche per la specie lupo, all'Ispra chiedendo un parere che, è stato sottolineato, non sarà vincolante. E' però evidente come ancora una volta (la scorsa fu con la Gunta di centrosinistra, suigli orsi) il Trentino abbia fatto il passo più lungo della gamba. Ma il cambio al vertice del Ministero dell'Ambiente, con il nuovo Governo Draghi, permette alla Giunta leghista di escludere un'impugnativa. 

“Con l’approvazione di queste linee guida le due Province sembrano voler aprire un nuovo fronte conflittuale anche nei confronti dei lupi – dichiara Massimo Vitturi responsabile LAV Animali Selvatici – senza neppure essere in grado di proporre una sola azione utile a favorire la convivenza pacifica con questi animali. Verificheremo i contenuti delle linee guida e siamo pronti ad avviare azioni legali a tutela della vita dei lupi”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lupi, la Lav contro le linee guida: "Abbattimento contrario alle leggi nazionali ed europee"

TrentoToday è in caricamento