Trenitalia cerca addetti alla security per la stazione di Trento

E' possibile candidarsi fino al 19 luglio per un contratto a tempo indeterminato. Ecco tutte le informazioni

Trenitalia assume addetti alla security per la stazione di Trento. L'avviso di selezione personale da inserire come "tecnico di protezione aziendale", questo il termine corretto, è stato inserito nel sito del Gruppo Ferrovie dello Stato: è possibile iscriversi e mandare il proprio curriculum, il reclutamento scade il 19 luglio 2020. La tipologia di contratto offerta è a tempo indeterminato

Alla campagna di reclutamento potranno rispondere persone con i seguenti requisiti: possesso di diploma quinquennale, residenza nelle province di Trento e Bolzano, padronanza dei principali sistemi informatici e la disponibilità a frequenti trasferte. Per quanto riguarda la conoscenza della lingua inglese, sempre secondo la chiamata, “costituirà titolo preferenziale il livello più alto secondo il Quadro comune di riferimento europeo posseduto”, da indicare nell’apposito campo nel form di candidatura online.

Tra i requisiti preferenziali rientrano, invece, la buona conoscenza della lingua tedesca ed eventuali esperienze pregresse nelle forze dell'ordine (Carabinieri, Guardia di Finanza, Polizia e Polfer), nell'Esercito e nei Vigili del Fuoco o in attività di sicurezza, quali security, guardia giurata e vigilanza anche al di fuori delle forze dell’ordine. In questo ultimo caso, le persone dovranno indicare le esperienze, selezionando “Sicurezza e Vigilanza” nella Sezione online relativa alle Esperienze Professionali (Settore di attività). "Costituirà titolo preferenziale - scrive la società - il possesso di attestati di corsi di difesa personale/arti marziali e similari nonché pregressa esperienza in attività di front line nei rapporti con la clientela". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cashback di Stato, i rimborsi entro marzo e il "bug" dell'App Io

  • Covid, il Trentino rischia la zona arancione?

  • Impianti sciistici ancora nelle incertezze, Ghezzi: «Veneto, Lombardia ed Emilia Romagna in zona arancione. E chi viene in Trentino?»

  • Tragedia in A22, Vitcor non ce l'ha fatta

  • Nuovo decreto: confermato il divieto di spostamento fino al 15 febbraio

  • Individuato il corpo di Etienne Bernard, travolto da una valanga sul Sass Pordoi

Torna su
TrentoToday è in caricamento