Attualità

Bus portabici sulla Trento-Malè e sulla Valsugana, ma niente e-bike

Servizio attivo fino al 6 settembre, ma non è consentito il trasporto di bici elettriche

Da Trento alle Valli del Noce o ai laghi della Valsugana in bici... prendendo l'autobus. Lo "scoglio" della Rocchetta, da una parte, e delle gallerie della statale 47, dall'altra, si supera con il servizio di trasporto bici attivo fino al 6 settembre lungo la Ferrovia della Valsugana e lungo la Ferrovia Trento Malè. Quest'anno, purtroppo, per la riorganizazione dei trasporti attraverso autobus sostitutivi non è possibile il trasporto delle e bike.

Sulla Valsugana il servizio è effettuato tutti i giorni con due coppie di corse che collegano Trento con Bassano del Grappa, con fermata nelle principali località: Pergine, Caldonazzo, Levico, Borgo, Grigno , Primolano, Cismon del Grappa. E’ svolto con bus dotati di carrello portabiciclette che consente il trasporto massimo di 40 bici.

Il servizio “BikeBus” è attivo anche lungo la Ferrovia Trento-Malé ma solo tra Mostizzolo e Mezzana, giornalmente, con 4 collegamenti con fermate a Caldes, Malè, Dimaro e Daolasa. In questo caso i bus sono dotati di un carrello portabiciclette che consente il trasporto massimo di 21 bici.

Per entrambi i servizi è suggerita la prenotazione, telefonando al n. 0461/821000 entro le ore 16 del giorno precedente. Senza prenotazione non è garantito il trasporto. La tariffa del servizio giornaliera è pari a 5 euro e comprende anche il trasporto della bicicletta; il servizio è gratuito per i minori trasportati con la bicicletta di un adulto pagante. Non si effettua il trasporto delle e-bike.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bus portabici sulla Trento-Malè e sulla Valsugana, ma niente e-bike

TrentoToday è in caricamento