Domenica, 17 Ottobre 2021
Attualità

Tokyo 2020, strepitoso Ruggero Tita: è medaglia d'oro nella vela

Splendida medaglia per il velista trentino nella classe Nacra 17 in coppia con la prodiera Caterina Banti

Ruggero Tita (timoniere) e Caterina Banti (prodiere) medaglia d'oro nella vela (classe Nacra 17) ai Giochi Olimpici di Tokyo 2020. È stato sufficiente il sesto posto nella medal race nella mattinata italiana di martedì.

Tita e Banti entravano nella finale con il punteggio più alto davanti a Gran Bretagna e Germania, e già certi di una medaglia. Per l'oro sarebbe stato sufficiente il sesto posto nell'ultima regata, e il sesto posto è arrivato, in una gara nella quale l'equipaggio azzurro ha sempre controllato e gestito la situazione, con i britannici quinti.

La gara finale è stata vinta dall'Argentina, seconda la Danimarca, terzi gli Usa, quarta la Francia, quinta la Gran Bretagna. Sesti gli azzurri. Si tratta di una medaglia doppiamente storica, per l'Italia e per il Trentino: è infatti il primo alloro conquistato da una squadra  italia mista (cioè formata da uomini e donne), e il primo successo di un atleta trentino nei Giochi estivi.

Ruggero Tita, classe 1992 nativo di Rovereto, si è innamorato della vela muovendo i primi passi sulle sponde trentine del lago di Garda, passando anche dal Circolo Vela di Nago Torbole. Da quando fa coppia con Caterina Banti, dopo le Olimpiadi di Rio 2016, il velista di Rovereto si è aggiudicato due ori consecutivi agli Europei e un bronzo e un oro ai Mondiali, oltre a due ori, un argento e un bronzo in Coppa del Mondo. In mezzo, anche una laurea in ingegneria informatica all'Università di Trento. Ora la splendida medaglia olimpica, che nella vela italiana mancava da 13 anni (Alessandra Sensini a Pechino 2008), quella d'oro da 21 (sempre la Sensini a Sydney 2000).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tokyo 2020, strepitoso Ruggero Tita: è medaglia d'oro nella vela

TrentoToday è in caricamento