Solidarietà

Terremoto in Turchia e Siria: la Provincia lancia la raccolta fondi

Fugatti: “Ci siamo mossi nel segno della sensibilità e della disponibilità”. Ecco come fare a donare

Non solo attrezzature: il Trentino punta a fare la propria parte per la Turchia e la Siria, sconvolte dal terribile terremoto dello scorso 6 febbraio, anche dal punto di vista economico. Se dell’invio di materiali messo a punto dalla Protezione Civile vi avevamo già parlato, la novità è che la Provincia, gli enti locali e numerose realtà del tessuto economico e sociale trentino hanno lanciato il fondo di solidarietà  “Emergenza terremoto Turchia e Siria 2023”.

Su questa iniziativa si è espresso così il presidente della Provincia Maurizio Fugatti: “Nell’apposito fondo confluiranno i contributi versati da lavoratori, datori di lavoro, da associazioni e singoli cittadini trentini. L’avvio di questo accordo viene promosso in analogia a quanto già accaduto in passato in occasione di gravi calamità nazionali e internazionali. Ci siamo mossi alla luce della disponibilità e delle sensibilità espresse in questi giorni dalle parti sociali e dai rappresentanti delle associazioni e delle categorie economiche”.

Chiunque desiderasse dare il proprio contributo e fare una donazione potrà effettuare un versamento diretto sul conto della tesoreria della Provincia autonoma di Trento, negli sportelli di Unicredit e Casse Rurali, specificando il codice filiale 5079 e il codice ente 400, con causale “Donazioni per Turchia e Siria”. In alternativa, il versamento può essere effettuato tramite il portale dei pagamenti Mypay.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terremoto in Turchia e Siria: la Provincia lancia la raccolta fondi
TrentoToday è in caricamento