Forte gelata durante la notte, paura per l'agricoltura

In molte zone del Trentino sono stati registrati fino a meno 6 gradi. Se il freddo dovesse continuare sono possibili danni ai frutteti

Rami gelati (da Pixabay)

Un calo graduale delle temperature, con un abbassamento che è arrivato fino a -6 gradi, è stato registrato nella notte tra lunedì e martedì in diverse parti della Provincia, dalla Val di Non alla Vallagarina. Il timore è per l'agricoltura: se dovesse continuare il freddo sono possibili danni soprattutto agli alberi da frutto.

Già durante la serata di lunedì, comunque, dopo che Fondazione Mach ha lanciato l'allarme avvertendo gli agricoltori, sono stati attivati i sistemi antibrina, mitigando gli effetti della gelata. Le alte temperature delle scorse settimane hanno portato a fioriture anticipate nei frutteti, che proprio per questo ora rischiano di essere pesantemente danneggiati dal freddo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Al momento è ancora possibile sperare che albicocchi, ciliegi, meli e viti risentano solo parzialmente della gelata. È ancora troppo presto, ad ogni modo, per quantificare i danni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: casi in diminuzione da 3 giorni. "Se i numeri saranno confermati siamo in discesa"

  • Coronavirus, ecco la mappa dei contagi in Trentino: Canazei la più colpita in proporzione

  • Il dramma: muore di coronavirus 11 giorni dopo la moglie

  • Uomo fermato fuori casa: "Ero in ospedale, mi è nata una figlia". Ma non è vero

  • Mascherine "made in Trentino": 10 aziende riconvertite, analisi dei tamponi grazie all'Università

  • Coronavirus: altri 7 decessi in Trentino. Nuova restrizione: "Non si esce dal Comune in cui ci si trova"

Torna su
TrentoToday è in caricamento