rotate-mobile
La decisione

Convivenza uomo-orso, ora ci crede anche la Provincia: istituito un "tavolo"

All’interno del Tavolo grandi carnivori è assicurata in primis la presenza di rappresentanti degli enti locali

Condivisione delle informazioni e messa a punto delle strategie per il miglioramento della coesistenza fra uomo, orso e lupo. Sono i due pilastri su cui si fonderà l’attività del “Tavolo grandi carnivori”, istituito ufficialmente oggi dalla Giunta su proposta dell’assessore provinciale alle foreste, caccia e pesca. Un Tavolo che guarda ad un rafforzamento della sinergia con i territori toccati dalla presenza di predatori e al coinvolgimento di tutti i portatori di interesse. Presieduto dall’assessore stesso, questo organo consultivo potrà avvalersi della figura di un “facilitatore” per fare sintesi tra le istanze delle diverse realtà coinvolte. In base agli argomenti posti all'ordine del giorno, alle riunioni del Tavolo potranno essere invitati esperti o ulteriori soggetti e dirigenti delle strutture provinciali competenti.

All’interno del Tavolo grandi carnivori è assicurata in primis la presenza di rappresentanti degli enti locali il cui territorio è interessato dalla presenza degli orsi, con l’obiettivo di garantire la sicurezza di abitanti e ospiti. Si tratta di quattro rappresentanti designati dal Consiglio delle autonomie locali appartenenti ad altrettanti ambiti del Trentino occidentale: Val di Sole; Giudicarie; Val di Non - Paganella - Rotaliana-Koenigsberg; Valle dei Laghi - Alto Garda e Ledro - Vallagarina - Valle dell’Adige. Saranno membri effettivi anche un rappresentate del Parco naturale Adamello Brenta; un rappresentante designato dalle articolazioni provinciali delle associazioni nazionali aventi come fine statutario la protezione dell’ambiente naturale e la protezione della fauna; un rappresentante delle associazioni venatorie maggiormente rappresentative in provincia di Trento; un rappresentante del settore agricolo; un rappresentante del comparto turistico designato dal Coordinamento provinciale imprenditori e un rappresentante delle Aziende per il Turismo designato dal Consorzio delle APT del Trentino. Per la trattazione di argomenti inerenti il lupo il Tavolo sarà integrato con due ulteriori rappresentanti designati dal Consiglio delle autonomie locali e un rappresentante del Parco naturale Paneveggio - Pale di San Martino.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Convivenza uomo-orso, ora ci crede anche la Provincia: istituito un "tavolo"

TrentoToday è in caricamento