Mercoledì, 22 Settembre 2021
Attualità Centro storico / Via Rodolfo Belenzani

Rifiuti: addio alla tariffa fissa sul residuo. Il Comune: "Premiati i virtuosi"

Risparmi assicurati, in particolare per chi produrrà meno rifiuti: è quanto assicura il Comune di Trento con la revisione delle tariffe su residuo

Niente più volume minimo per il rifiuto residuo: la tariffa sarà cancolata tenendo conto del volume effettivamente prodotto e consegnato dal nucleo familiare. Questa la principale novità nella revisione delle tariffe rifiuti operata dal Comune di Trento che assicura: "Saranno premiati i virtuosi". La quota fissa, inoltre, è stata abbassata: del 7,4% per le utenze domestiche e del 12,9% per quelle non domestiche. 

Sarà però aggiunta, per le utenze domestiche, la parte variabile della tariffa. Nel totale la tariffa del residuo sarà calcolata dalla somma di una quota misurata in base al rifiuto residuo effettivamente prodotto, ed una quota variabile denominata “altri servizi” calcolata in base ad altri costi variabili e applicata indipendentemente dai rifiuti prodotti Per le utenze non domestiche invece la parte variabile della tariffa è calcolata esclusivamente in base al rifiuto residuo effettivamente prodotto.

"In concreto - si legge in una nota - per le utenze domestiche si pagherà meno perché si pagherà per l’effettiva produzione del rifiuto residuo, il cui costo tra l’altro non è tale da giustificare comportamenti scorretti come gli abbandoni. Per fare un esempio concreto il costo di svuotamento di un mastello di 30 litri sarà pari a soli 2,049 euro". Un altro esempio? Così prosegue il comunicato: "Un bar nelle circoscrizioni collinari che magari ha maggiori superfici ma può lavorare meno di un bar in centro: nonostante questo fino al 2020 si trovava a dover pagare di più per via di una maggiore superficie e quindi di un maggior volume minimo obbligatorio. In futuro pagherà meno se virtuoso".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti: addio alla tariffa fissa sul residuo. Il Comune: "Premiati i virtuosi"

TrentoToday è in caricamento