Domenica, 14 Luglio 2024
Il prodotto

"Diamo lo spray antiorso anche a cittadini e turisti"

È l'idea della Provincia sottoposta al Governo (ma il prodotto è considerato un'arma). Fugatti: "Per noi la sicurezza delle persone viene prima di ogni cosa e lo spray è lo strumento che la garantisce maggiormente". Intanto ci sono i nuovi cartelli

“Per la giunta provinciale la sicurezza delle persone viene prima di ogni cosa e lo spray è lo strumento che garantisce maggior sicurezza alle persone. Come ha detto l’assessore alle foreste e alla caccia Roberto Failoni la nostra richiesta al governo Meloni è che il suo utilizzo vada concesso anche a cittadini e ospiti, mentre in questo momento lo spray, considerato un’arma, è stato assegnato al solo personale forestale che si occupa della gestione degli orsi”.

A dirlo è il presidente della Provincia di Trento, Maurizio Fugatti, che torna a parlare di spray antiorso dopo gli avvistamenti di Malè e Commezzadura e dopo che è stata certificata la presenza dell’orso nel Trentino orientale, nell’area di Telve, dove plantigradi non se ne vedevano da due anni.

Una scelta che, inevitabilmente, genererà discussioni e polemiche. Gli spray, come detto, sono considerati un’arma e il rischio di un uso improprio da parte di chi non è esperto – come invece lo è il personale forestale – è un tema sul quale dovrà ragionare attentamente l’amministrazione provinciale qualora da Roma arrivasse un via libera in questo senso.

Intanto è stata apposta la nuova cartellonista prodotta dalla Provincia e da Trentino Marketing, dedicata al territorio montano maggiormente frequentato dai plantigradi. Il posizionamento è iniziato nella zona dei laghi di Lamar, poi toccherà alla Val di Sole e ad altre aree, per qualcosa come 680 cartelli georeferenziati, con l’indicazione di chiamare il numero unico per le emergenze 112 in caso di avvistamento o segnalazioni, oltre al QR code che - inquadrato con lo smartphone - rimanda al sito istituzionale del Servizio Faunistico della Provincia dedicato ai grandi carnivori e alle “regole di coesistenza con l’orso”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Diamo lo spray antiorso anche a cittadini e turisti"
TrentoToday è in caricamento