rotate-mobile
Politica

Occupazione giovanile, cabina di regia al lavoro. I sindacati: “Superare la precarietà”

Secondo Cgil, Cisl e Uil si deve puntare su formazione duale e sui contratti di apprendistato

I giovani al centro: è questo il punto su cui si è focalizzata la prima riunione della cabina di regia che dovrà dare attuazione agli Stati Generali del Lavoro, composta da Provincia, Agenzia del Lavoro, sindacati e imprese.

L’inserimento dei giovani nel mercato del lavoro diventa quindi un punto imprescindibile, con una particolare attenzione alla definizione di progetti pilota centrati su apprendistato duale, alta formazione professionale e certificazione delle competenze, il tutto per agevolare la transizione tra scuola e lavoro.

Sul tema si sono espressi così i sindacalisti di Cgil, Cisl e Uil Maurizio Zabbeni, Lorenzo Pomini e Walter Largher: “Bisogna creare le condizioni per superare la precarietà che caratterizza in larga parte l’occupazione giovanile anche in Trentino. Una questione che si affronta superando l’attuale sistema dei tirocini, puntando sulla formazione duale e sui contratti di apprendistato. No stage, ma lavoro vero, con retribuzioni e diritti adeguati”.

I sindacati hanno posto l’attenzione anche sul tema dell’occupazione femminile, chiedendo che si avvii una riflessione per individuare strumenti condivisi e moderni per incentivare l’occupazione e la permanenza nel mercato del lavoro delle donne.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Occupazione giovanile, cabina di regia al lavoro. I sindacati: “Superare la precarietà”

TrentoToday è in caricamento