Martedì, 27 Luglio 2021
Attualità Centro storico / Via Antonio Rosmini

Il Punto d'Incontro non si ferma: altri 25 posti per senza dimora, anche malati di Covid

Grazie alla disponibilità delle suore Orsoline una nuova "casa" per le persone senza dimora, le più fragili in quest'emergenza

Il Punto d'Incontro da oggi gestisce una struttura in più per le persone senza dimora, anche nell'emergenza coronavirus. Le misure adottate fin dall'inizio dell'emergenza hanno messo seriamente in crisi le strutture di accoglienza: distanze di sicurezza, dispositivi di protezione individuale per ospiti e volontari ed altre norme hanno di fatto dimezzato i posti disponibili. Di fronte a tutto ciò il Punto d'Incontro non si è ma fermato, tenendo duro e garantendo, tra le altre cose, una Pasqua per chi non ha casa. 

Ora le suore della Compagnia di Sant'Orsola hanno messo a disposizione della cooperativa una casa in via Rosmini, al civico 126. La cooperativa garantirà tra i 22 ed i 27 posti disponibili con servizi 24 ore su 24. "Questa struttura - spiega il Punto d'Incontro - oltre ad accogliere una parte di persone che ancora vivono in strada, ci permette di avere dei posti dedicati agli eventuali senza dimora che presentino sintomi covid-19. Un altro passo in avanti per tutelare diritti e dignità di tutti". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Punto d'Incontro non si ferma: altri 25 posti per senza dimora, anche malati di Covid

TrentoToday è in caricamento