menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Seggiolini anti-abbandono: attenzione all'acquisto online, serve la certificazione

L'anticipo dell'obbligo al 7 novembre ha generato non poca confusione, ecco i consigli del Cento Tutela Consumatori Trento

Seggiolini anti-abbandono: attenzione alla dichiarazione di conformità. A mettere in guardia i genitori, spiazzati dalla decisione di anticipare l'obbligo al 7 novembre 2019 anzichè al febbraio 2020, è il Centro Consumatori di Trento il quale ricorda che effettivamente i dispositivi sono già in commercio ma"per essere a norma devono essere accompagnati dalla dichiarazione di conformità fornita dal produttore".

E' proprio la mancanza di questa certificazione, o comunque il ritardo nel fornirla, ad aver creato particolare confusione. Si pensi solamente agli acquisti via web: chi compra i dispositivi su internet, perlopiù provenienti dall'estero, non ha alcuna garanzia riguardo alla conformità alla legge italiana appena entrata in vigore. Conformità che, tra l'altro, è il criterio in base al quale le forze dell'ordine possono decidere di staccare la multa, da 91 a 356 euro più 5 punti decurtati dalla patente.

Il Centro Consumatori ricorda le caratteristiche fondamentali che devono avere i dispositivi per essere conformi. Il dispositivo: deve segnalare l'abbandono mediante segnali visivi e acustici percepibili all'interno o all'esterno del veicolo; deve attivarsi automaticamente segnalando l'avvenuta attivazione; se alimentato a batteria deve segnalare il livello di carica insufficiente; il sistema deve essere in grado di attivare eventuali sistemi di comunicazione automatici per l'invio di messaggi o chiamate attraverso reti di comunicazione mobile senza fili. Modelli così, chiaramente, esistono già ma manca la certificazione.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Trentino rimane in zona arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento