Scuole chiuse: a casa anche il personale non docente. Cgil: "No a ferie e congedi"

Il sindacato: "Serve una moratoria anche per il personale ATA"

"Giusto obbligare il personale ATA a stare a casa, ma non imponendo ferie e congedi". A ribadirlo è la Cgil del Trentino, che interviene per segnalare la situazione del personale non docente nelle scuole chiuse.

"Non si può navigare a vista. E’ sbagliato imporre al personale Ata della scuola, poco meno di mille dipendenti, ferie e congedi obbligati per stare a casa a causa dell’emergenza coronavirus. Tutti dobbiamo rispettare le regole imposte dal Governo per contrastare l’avanzata del contagio, ma si devono usare gli strumenti che ci sono e non penalizzare i lavoratori”. Lo dice la segretaria della Flc del Trentino Cinzia Mazzacca dopo il confronto deludente con i vertici del Dipartimento della Conoscenza. Sulla scuola, lamenta Flc,  la Provincia non sta adottando misure adeguate all’attuale situazione straordinaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La lotteria degli scontrini dal primo dicembre (e il cashback in arrivo)

  • Stelle Michelin: due novità e sette conferme in Trentino

  • Operazione «Maestro»: scacco matto dei carabinieri ai grossisti della droga

  • Preore, un'altra tragedia stradale: muore una 16enne, altri 3 giovani in gravi condizioni

  • Il Dpcm delle regole di Natale 2020 cambia verso: niente eccezioni per nonni, genitori e figli

  • Poche speranze per gli impianti sciistici, anche se l'Rt è in calo: arrivano i ristori

Torna su
TrentoToday è in caricamento